Viterbo, paura per il focolaio nell'azienda agricola: in crescita i contagi, fino a 50

Un'azienda agricola
di Federica Lupino
2 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Marzo 2021, 06:30 - Ultimo aggiornamento: 16:02

Si allarga il focolaio scoppiato nell’azienda agricola di Viterbo. Altri 7 positivi sono stati riscontrati ieri per un totale che sfiora i 50 casi: una trentina sono lavoratori, mentre i restanti sono famigliari, minori compresi. La Asl sta continuando l’attività di screening e non si esclude che nei prossimi giorni i numeri possano continuare a crescere ulteriormente. Anzi, sotto la lente di ingrandimento sono finite anche altre imprese dell’area di Castel D’Asso, considerando i contatti tra le forze lavoro.

Sul fronte del bollettino, la provincia di Viterbo si appresta ad entrare nella zona rossa con 39 nuovi casi e 22 guariti. Gli ultimi referti di positività sono concentrati, come detto, a Viterbo con 9 new entry, quindi 5 a Civita Castellana, 4 a Montefiascone e a Tarquinia, 3 a Soriano nel Cimino. Gli altri sono suddivisi in 12 comuni. Al momento, i contagi da Covid-19 dall’inizio della pandemia nella Tuscia arrivano a quota 12.389. Scendono ancora i pazienti ricoverati: il totale ora è di 60 posti letto occupati, mai così pochi da mesi (27 nel reparto di Malattie infettive, 5 nella Terapia intensiva di Belcolle, 18 a Medicina Covid e 10 a Medicina riabilitativa di Montefiascone). I restanti 1031 positivi stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio.

Nelle ultime 24 ore sono 22, come detto, i cittadini negativizzati o che hanno terminato l’isolamento. Sale quindi a 10.915 il numero delle persone negativizzate, mentre resta stabile a 383 quello dei decessi. Dall’inizio dell’emergenza, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 116.573 tamponi, 507 nelle ultime 24 ore.

I vaccini, intanto, continuano: gli ultimi dati aggiornati a ieri pomeriggio indicano che sono 33.548 i cittadini ad aver sinora ricevuto almeno una dose (20.433 donne e 13.115 uomini). Sfiorano invece i 10mila gli immunizzati: per la precisione, sono 9.702. La fascia d’età maggiormente coperta è quella tra gli 80 e gli 89 anni: 12.038 vaccinati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA