Aggredisce e palpeggia sconosciuta davanti a una frutteria, oggi l'interrogatorio del 34enne

Mercoledì 30 Settembre 2020
Polizia
Aggredisce, palpeggia e minaccia giovane donna, questa mattina l'interrogatorio di garanzia del 34enne pakistano.
L'uomo che giovedì scorso avrebbe aggredito sessualmente una donna che per caso era entrata nel negozio di frutta e verdura di piazzale Gramsci comparirà oggi davanti al gip del Tribunale di Viterbo.
Il giudice Poli ha già convalidato l'arresto della polizia nonostante lui non si sia presentato alla convalida evadendo dai domiciliari.
La violenza sessuale si sarebbe consumata una settimana fa. L’uomo, completamente ubriaco, alla vista della donna avrebbe iniziato a gridare «Siamo tutti fratelli, io sono musulmano», dopo di ché avrebbe iniziato a seguire la ragazza tentando un approccio sessuale.
 La donna, consigliata dalla sua amica, si è chiusa nella macchina ma il 34enne con un piano in mente si è sdraiato sul cofano per impedirle di partire e mentre lei, sempre più spaventata chiedeva aiuto, ha iniziato a farle il gesto di tagliarle la gola. 
La donna a quel punto ha chiesto l’intervento del 113 e mentre era al telefono con i poliziotti l’uomo ha infilato una mano nel finestrino dell’auto e le avrebbe più volte palpeggiato il seno e il sedere.
All’arrivo della volante la donna sotto shock è stata portata al pronto soccorso sotto gli occhi del pakistano che non si sarebbe nemmeno allontanato dal luogo del reato.
Oggi il pakistano potrà fornire la sua versione dei fatti alla giudice del Tribunale di Viterbo. Ultimo aggiornamento: 11:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA