Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Forno o pasticceria, il boom dei prodotti artiginali per le festività. Cna: «Tutti molto richiesti»

Forno o pasticceria, il boom dei prodotti artiginali per le festività. Cna: «Tutti molto richiesti»
2 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Dicembre 2021, 20:40

Il boom dei prodotti artigianali di Natale nelle pasticcerie. “C’è una forte richiesta, più degli anni scorsi”, dicono dalla Cna artigiani provinciale. Che sia classico, in vasocottura, al rum o artistico, magari con un bel presepe sopra. Per non parlare dei diversi gusti.

«Gli artigiani pasticceri della Cna quest’anno si sono superati, sbizzarrendosi con pandori, pangialli, torroni, biscotti, stelle comete, Babbi Natale, cioccolate e cioccolatini». Ma soprattutto, c’è un lato positivo che accomuna tutti: «Sta andando bene, i prodotti artigianali sono molto richiesti», rilevano dall'associazione.

“Va alla grande - dice Emanuele Isanti, pasticceria-cioccolateria di Corchiano - almeno più 30 per cento rispetto allo scorso anno. La richiesta di panettoni è in forte aumento, ma anche la linea di cioccolato spalmabile con nocciola locale sta andando a ruba”. È la crema con cui Isanti ha ottenuto la medaglia d’oro all’International Chocolate awards Italia/Mediterraneo.

Nel capoluogo, ecco la Pasticceria Alba. “Bene tutti i prodotti - spiega Ermanno Fiorentini - dal torrone al pangiallo. Poi il nostro Pansucchio fa sempre la differenza”. E' il panettone al rum caraibico e marroni, realizzato con lievito madre di 70 anni. Alla Pasticceria Primavera spazio anche alla fantasia, con creazioni sul tema Natale a 360 gradi. Con una novità, che illustra Alvaro Gobattoni: “È una chicca, il panettone in vasocottura. Viene cotto nel suo vaso e messo sottovuoto, mantenendo così tutte le sue caratteristiche: profumi, fragranza e umidità dell’impasto”.

Sempre nel capoluogo, creazioni che stupiscono alla Pasticceria Garibaldi. “Panettoni, pandori, cesti natalizi: la richiesta - commentano - è davvero buona. I prodotti artigianali sono ricercati, anche quelli decorati. E le ordinazioni rispetto agli anni precedenti sono aumentate”. A Bagnaia la Pasticceria Nunziangeli propone un’offerta molto diversificata a livello di gusti. E anche qui “si conferma l’attenzione del consumatore verso il prodotto artigianale: meglio magari uno solo, ma buono e di qualità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA