Viterbo, nasce lo Sportello trans per chi vuole cambiare genere: inaugurazione con "aperitrans"

Venerdì 8 Febbraio 2019 di Massimo Chiaravalli
Si vuole cambiare genere? Nessun problema: da martedì a Viterbo nasce lo "Sportello trans". Con tanto di "aperitrans" per l'inaugurazione. E sarà gestito proprio da trans, e non, «allo scopo di far sentire a proprio agio tutti coloro che vorranno chiedere aiuto».

L'iniziativa nasce da Usb e associazione L'altro circolo - Centro culturale di iniziativa omosessuale. L'inaugurazione nei locali di via Garbini 51/A alle 19. «Lo sportello - dicono - si propone di accompagnare le persone in tutto il percorso del cambio di genere, fornendo supporto amministrativo, legale e psicologico. La Federazione del Sociale Usb, in supporto all'associazione l'Altro Circolo, fornirà assistenza sindacale sia generale, sia rivolta a possibili discriminazioni di genere in fase di colloquio di lavoro e sul posto di lavoro stesso».

Lo sportello sarà attivo ogni martedì dalle 12 ale 15. «E' un servizio rivolto a tutte le persone transgender - continuano - e a coloro che ruotano intorno ad esse, con lo scopo di aiutare le prime a sensibilizzare le seconde». I servizi: consulenza sull'iter sanitario e del transito, assistenza legale, mediazione culturale, supporto psicologico, gruppi di aiuto, ascolto attraverso la linea amica trans dedicata, consueling per genitori, partner e amici di persone transessuali, iniziative culturali di sensibilizzazione sulle tematiche transgender.

Martedì saranno presenti Alba Montori (attivista storica del movimento di liberazione contro tutte le discriminazioni di genere), Gian Carlo Mazza (presidente de L'altri circolo), Leonardo Ceccarini (responsabile dello sportello). © RIPRODUZIONE RISERVATA