INSTAGRAM

Influencer, modella e ora anche scrittrice a 90 anni: uscito il primo libro di nonna Licia

Mercoledì 30 Settembre 2020
Emanuele Usai e Nonna Licia

“Non c’è tempo per essere tristi”. Nessun ripensamento o dubbio, il titolo è venuto da sé. Perché si tratta di una di quelle “perle di saggezza”, come le chiama Emanuele Usai, che nonna Licia fa piovere nel bel mezzo dei discorsi e che lui, il nipote, corre a segnarsi nel taccuino. Perché questa 90enne che si è riscoperta modella quasi per caso e con i suoi 97mila follower, su Instagram è una vera influencer, ne ha passate tante nella vita e sa bene che no, non si possono sprecare le giornate senza sorrisi o passioni.

Coronavirus, i coinsigli di nonna Licia: «No troppi tg, sport in casa e niente lamentele: pensate ai medici»

Il primo libro uscito ieri e scritto a quattro mani da nonna Licia e dal nipote racconta questa splendida persona dall’infanzia a oggi. “Sì, appunto, si parla della persona, non del personaggio. C’è poco dell’influencer di oggi e molto delle esperienze vissute”, racconta Usai. L’idea, che sempre aveva stuzzicato le menti dei due, ha iniziato a prendere forma a novembre dello scorso anno quando la casa editrice De Agostini li ha contattati. E così, i mesi del lockdown, sono serviti a ripercorrere decenni di vita con aneddoti curiosi, ma anche momenti bui che però nonna Licia ha sempre trovato la forza di superare.

"Mi ha raccontato tutto, ma proprio tutto. Anche quei dettagli - scherza il nipote - che avrei preferito non conoscere, come quando da giovane a Trieste, con la scusa del cinema notturno, si appartava". Nel tutto di nonna Licia ci sono però anche momenti difficilissimi: la guerra, le privazioni, le battaglie contro ogni forma di totalitarmismo o imposizione. E poi quei dolori che lacerano il cuore: la perdita della figlia, la madre di Emanuele, e la morte del marito.

La sua rinascita inizia proprio dopo questo dramma, quando il nipote per gioco inizia ad aprirle un profilo Instagram perché fosse uno stimolo a reagire e ad aprirsi al mondo. E così, in un paio di anni, ha conquistato le prime pagine dei giornali, interviste in tv ma soprattutto la stima e la simpatia di migliaia di persone da tutto il mondo. Ogni mattina, per 3 ore, nonna Licia risponde ai suoi follower con dei video messaggi. Di richeste ne arrivano tra le 600 e le 700 al giorno.

E ora c'è il libro che a causa del Covid-19 non verrà presentato in presenza ma solo sui social. “La cosa più bella di questa avventura – racconta – è stata aver raccontato sinceramente tutti gli episodi dell’esistenza di una vecchia di 90 anni. Ho voluto dimostrare cosa è davvero la vita, con i momenti belli e quelli brutti”. Un pacchetto unico, prendere o lasciare. E lei lo ha preso e ha saputo pure rilanciare.

“Perché qualcuno dovrebbe comprare il mio libro? Perché è un aiuto per gli anziani ma anche per i giovani, perché non abbiano paura di invecchiare”. A ogni età, se si trova la forza di reagire, si può continuare a sognare e persino a realizzarli quei sogni. Come ha fatto nonna Licia con questo volume e come fa ogni giorno sui social, contro ogni stereotipo.

Ultimo aggiornamento: 18:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA