Agro falisco, un milione ai Comuni del Gal per i progetti di recupero

Sabato 31 Ottobre 2020 di Ugo Baldi

L'Unione europea investe nell'Agro falisco. Attraverso il Gal (Gruppo di azione locale) della Via Amerina e delle Forre sono stati approvati e saranno finanziati i progetti di undici comuni della bassa Tuscia per un importo che supera un milione di euro. Ogni idea sarà sovvenzionata con circa 90 mila euro.

Si tratta di progetti presentati per migliorare l' uso pubblico di infrastrutture ricreative, informazione e infrastrutture turistiche. Ulteriori 280 mila euro arriveranno a cinque comuni che hanno deciso di investire nella creazione, miglioramento o espansione di servizi di base locali.

Altri 300 mila euro andranno alle aziende agricole che hanno puntato sul rinnovamento delle propria attività.Per quanto riguarda le infrastrutture, il comune di Civita Castellana investirà i fondi per la riqualificazione di un immobile nel centro storico da destinare a una attività polifunzionale.

A Nepi gli interventi saranno focalizzati sulla riqualificazione dell'acquedotto romano, nel tratto degli archi della Bottata. A Calcata si lavorerà per la ristrutturazione del lavatoio comunale, da adibire a struttura museale e punto informativo del museo diffuso comunale. A Corchiano si punta sul ripristino e adeguamento funzionale del percorso del monumento naturale delle Forre e della Via Amerina. A Faleria è previsto l'intervento per la realizzazione di una area sosta camper e un percorso dell'Eremo di San Famiano.

A Orte si potrà dare il via al progetto di recupero dell'immobile dell'ex-esattoria comunale. A Vasanello i contributi serviranno per i lavori di ristrutturazione dell'ex-mulino, per realizzare uno spazio polifunzionale. A Castel Sant'Elia si valorizzeranno le fontane comunali, mentre a Gallese è stata programmata la ristrutturazione dell'impianto sportivo polivalente di Pian Sant'Angelo. A Fabrica di Roma si punterà sulla riqualificazione e realizzazione degli spogliatoi del campo di calcio a 5.

Da ieri l'altro si è aperto un nuovo bando per le aziende agricole che puntano al miglioramento dell'efficienza energetica per i processi produttivi: anche questo interessa sempre undici comuni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA