Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Festa di Santa Rosa, è certo: ritorna la fiera il 4 settembre `

Festa di Santa Rosa, è certo: ritorna la fiera il 4 settembre `
3 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Agosto 2022, 10:41 - Ultimo aggiornamento: 19:13

Fiera di Santa Rosa, c'è il via libera. Dopo due anni di stop causa pandemia, il prossimo 4 settembre il centro storico tornerà a popolarsi di banchi. «La conferma c'è stata data nei giorni scorsi - spiega Alessandro Gregori, presidente di Anva (associazione nazionale venditori ambulanti) -. La città si riprende una delle sue tradizioni e momenti di socialità più belli».

Santa Rosa, ecco i prezzi delle tribune. Concerto del 5 settembre, sarà un grande dj set

Per gli ambulanti, che già da settimane chiedevano certezze sullo svolgimento della manifestazione, un punto di partenza e insieme una rivincita dopo l'amarezza dello scorso 25 marzo, quando la notifica dell'annullamento per il terzo anno di fila della fiera dell'Annunziata era stata comunicata dalla commissaria Scolamiero con appena una settimana di preavviso.

A rendere il boccone ancora più amaro poi c'era stato il disco verde concesso a distanza di pochi giorni (il 10 aprile) per il mercato degli ambulanti di Forte dei Marmi a piazza della Rocca. «Sapere che ci sarà la fiera del 4 settembre è un segnale di vicinanza importante dell'amministrazione alle imprese che, in questo modo, possono ipotizzare una programmazione migliore per i prossimi mesi - continua Gregori -. Speriamo sia l'inizio di una lunga collaborazione».
Il riferimento è in primo luogo al mercato settimanale, la sindaca Chiara Frontini nei giorni immediatamente successivi alla sua elezione aveva promesso il trasloco al centro. Per ora nessuna carta è stata ancora protocollata ma la situazione dovrebbe sbloccarsi a settembre e lo spostamento non superare comunque la boa della fine dell'anno.

«Tornare all'interno delle mura, lo abbiamo detto più volte, è fondamentale per gli operatori - commenta Gregori -. Offre una vetrina migliore, è di sostegno ai negozi e può essere un richiamo anche per i turisti». Le difficoltà degli ambulanti del resto erano state denunciate subito dopo le prime settimane al Carmine; fatturati precipitati (in alcuni casi oltre il 70 per cento), fuga dagli stalli verso mercati più convenienti e progressivo aumento della pressione sulle imprese, ultime a ripartire dopo la prima ondata pandemica e sulle quali da ultimo è arrivata la mazzata del caro carburanti.
Da Anva arriva una mano tesa anche per la riqualificazione del mercato e, insieme, la proposta di una programmazione condivisa che guarda all'inverno.

Spiega Gregori: «C'è un'altra questione che ci sta particolarmente a cuore, quella del mercatino di Natale: per le imprese può valere un fetta importante di fatturato». Lo scorso anno il rapporto tra gli ambulanti e l'amministrazione Arena si era rotto prima di partire, nel bando era stata inserita infatti una clausola che prevedeva la sola vendita di prodotti natalizi, escludendo dalla gara tutti gli altri. Il risultato era stato il boicottaggio di una parte degli operatori e la riduzione ai minimi termini delle bancarelle davanti alla chiesa degli Almadiani.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA