Nella Tuscia maturità per 2.568 studenti: camicia bianca, mascherina e tanta emozione

Nella Tuscia maturità per 2.568 studenti: camicia bianca, mascherina e tanta emozione
di Maria Letizia Riganelli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 17 Giugno 2021, 07:05 - Ultimo aggiornamento: 15:54

La camicia bianca, l’immancabile mascherina e tanta emozione. L’esame di maturità nel secondo anno del Covid segna ancora la vita. E lo sanno bene i primi, di 2.568, ragazzi che ieri mattina hanno affrontato la commissione per la prova di Stato. Come lo scorso anno la maturità è solo orale, niente più scritte né vocabolari pesanti da tenere sul banco. Al loro posto una tesina come prova finale del percorso scolastico e il disinfettante. 
I primi ragazzi “maturi” ieri mattina hanno affrontato tratta un maxi colloquio orale, in presenza, che partiva dalla discussione di un elaborato il cui argomento è stato assegnato a ciascuno studente dal Consiglio di classe. Come lo scorso anno, le Commissioni, 66 in tutta la provincia, sono presiedute da un presidente esterno e sono composte da sei commissari interni. Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 60 punti, di cui fino a 18 per la classe terza, fino a 20 per la classe quarta e fino a 22 per la classe quinta. Con l'orale verranno assegnati fino a 40 punti. La valutazione finale sarà espressa in centesimi e sarà possibile ottenere la lode. Agli esami di maturità è stato ammesso il 96,2% degli studenti. La scelta della maxitesina è stata ovviamente indicata dal corpo docente. I treni a levitazione magnetica, lo sperimentalismo letterario, la crisi di identità nel primo '900, il realismo tra grottesco e idealizzazione: sono alcuni degli argomenti degli elaborati scelti dai maturandi per dare l'avvio alla loro prova.
«Quello che ho visto - ha raccontato Brunella Marconi, segretario provinciale Snals - è stato una commissione seria e dei ragazzi davvero emozionati. La tipologia d’esame che stanno affrontando è sicuramente diversa, ma questo non significa che sia semplificata. C’è la stessa emozione».
Ovviamente tutti gli esami si svolgono in sicurezza, non solo mantenendo la distanza fisica ma assicurando tutti i presidi necessari per evitare eventuali fondi di contagio.«Girando per gli istituti - ha affermato ancora Brunella Marconi - ho potuto notare come le misure di sicurezza siano state tutte rispettate. I presidi delle commissione sono ligi e ragazzi rispettosissimi. Le scuole della provincia stanno andando molto bene. E non è stato riscontrato nessun problema di avvio, l’organizzazione dell’Ufficio scolastico provinciale è stata ineccepibile».
Gli esami di maturità continueranno fino alla fine del mese, ogni istituto ogni giorno esaminerà solo pochi studenti per volta proprio per rispettare al massimo le linee guida emanate dal ministero per evitare il diffondersi del Covid.

© RIPRODUZIONE RISERVATA