Scuola elicotteristi a Viterbo e non a Frosinone: la scelta dopo il no dei treni Alta velocità a Orte

Scuola elicotteristi a Viterbo e non a Frosinone: la scelta dopo il no dei treni Alta velocità a Orte
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Settembre 2020, 11:14

Scuola di volo interforze per elicotteri, sulla scelta di Viterbo ci sono ormai pochi dubbi. Malgrado la forte opposizione che Frosinone sta mettendo in campo su tutti i fronti politici.

Scuola interforze per elicotteri a Viterbo, a Frosinone cresce la mobilitazione: «Non al trasferimento»

La realizzazione della nuova scuola elicotteristi con sede a nel capoluogo della Tuscia, dove è già ubicata la scuola di addestramento dell'Aviazione dell'esercito, non sembra più in discussione. Il ministero della Difesa ha fatto la sua scelta e i professionisti del volo su ali rotanti avranno il loro punto di riferimento a Viterbo. La scuola elicotteri costituirà per operatori e città un presidio importante, per la tradizione che accresce la presenza dell'Aves nella Tuscia, ma anche perché può dare maggiore vitalità sotto l'aspetto economico anche a molte altre attività.

Con molta probabilità la politica viterbese ha messo a segno un colpo, dopo aver registrato la bocciature della fermata a Orte (è stata preferita Anagni, quindi Frosinone) dei treni ad alta velocità, che avrebbe ridato fiato al turismo e ai collegamenti del territorio; già penalizzato per l'assenza di collegamenti veloci con la Penisola.
L'iniziativa è vista di buon occhio da tutti e anche il senatore viterbese Umberto Fusco (Lega), ex basco azzurro dell'Aves, l'ha benedetta.

«Le scelte - ha detto Fusco -  a volte bisogna anche accettarle. Credo che sia stata presa una decisione dopo un analisi attenta, in cui sono stati valutati molti fattori che sono a favore della città di Viterbo. Quella del capoluogo è una struttura idonea per poter ospitare un attività di scuola così importante. L'eliporto di Viterbo, e le sue strutture logistiche che sono ai primi posti in Europa, sono una garanzia».

Rimane la forte opposizione della politica ciociara, e non solo, per bloccare lo smantellamento della scuola di volo a Frosinone. «Apprendiamo con preoccupazione dell'esistenza di un progetto - ha scritto il sindaco Nicola Ottaviani- di una lettera di intenti firmata tra il Capo di stato maggiore dell'Aeronautica e quello dell'Esercito, che prevede la realizzazione della nuova realtà interforze con sede a Viterbo, andando così di fatto a smantellare e sottodimensionare la straordinaria attività di addestramento e formazione condotta dal 72° Stormo di Frosinone. Oltre 5.000 i professionisti del volo formatisi, in 50 anni di storia».

Ad ospitare la scuola sarà il Centro addestrativo dell'Aves, che da anni forma i piloti, i tecnici e segue lo sviluppo delle tecniche di impiego degli aeromobili.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA