COVID

Covid, corrono le vaccinazioni ma anche i contagi: altre classi in quarantena tra Viterbo e Tuscania

Mercoledì 3 Marzo 2021 di Federica Lupino
Vaccinazioni a Fabrica di Roma

Altre classi in quarantena nella Tuscia: tra queste alcune all’istituto comprensivo di Tuscania e una a Viterbo. Nel primo caso, è coinvolto il Ridolfi dove si trovano in isolamento da alcuni giorni la terza D della primaria (fino al 9 marzo); la terza A e la quarta B fino al 10 e da ieri anche la seconda B della media. Specchio di contagi che continuano a diffondersi con particolare velocità tra i giovani: ieri la percentuale di under18 risultati positivi è schizzata a oltre il 25% rispetto ai nuovi casi. In particolare, sono 11 i minori colpiti su 31.

Una situazione che preoccupa anche le istituzioni. Ieri alla Asl riunione del comitato ristretto dei sindaci, allargato ai primi cittadini dei paesi in cui negli ultimi giorni la curva è salita. Come Luca Giampieri di Civita Castellana: “Abbiamo analizzato i dati e concordato che l’attenzione deve restare altissima. Le varianti ancora non circolano da noi ma il timore che arrivino c’è. Pertanto – spiega il sindaco – collaboreremo per migliorare lo screening, sia sul fronte dei contatti di caso sia su quello di ricerca attiva tramite test antigenici. La nostra sorveglianza deve restare massima su situazioni che potenzialmente possano generare focolai, come le scuole. Ad esempio, chiudere per precauzione il nido comunale come ho fatto dopo la positività di una bidella si è rivelato corretto, considerando che poi è stato scoperto un ulteriore positivo”. Il primo cittadino civitonico lancia quindi un appello: “Non possiamo abbassare la guarda. Siamo tutti stanchi dopo un anno di restrizioni ma questo è un momento delicatissimo: dobbiamo resistere nel rispetto delle regole”.

Corre il virus, ma corre anche la campagna vaccinale. Nella giornata di lunedì, raggiunto il record di inoculazioni: sono state 778. Di queste, 73 all’interno degli ambulatori dei medici di medicina generale. Proprio quelli di Fabrica di Roma sui social scrivono: “Ringraziamo la Asl di Viterbo per averci scelto come Ucp-pilota per il programma di vaccinazione. In questi giorni abbiamo iniziato con la classe 1956, proseguiremo nei prossimi con le classi 1957, 1958 e così via a salire. Vi raccomandiamo una corretta osservanza delle norme anti-covid, utili a superare tutti insieme questo difficile momento e facilitare il processo di vaccinazione della popolazione”.

Nei prossimi giorni i numeri delle fiale somministrate sono destinati a crescere, considerando che ieri è stato inaugurato il nuovo centro vaccinali al Sant’Anna di Ronciglione (qui hanno ricevuto la loro prima dose di Pfizer 54 pazienti estremamente vulnerabili, quali dializzati, trapiantati, affetti da malattie respiratorie, diabetici) e altri ne seguiranno. Oggi taglio del nastro alla Casa della salute di Soriano nel Cimino, domani in quella di Bagnoregio e venerdì al poliambulatorio di Bolsena.

Ultimo aggiornamento: 19:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA