CORONAVIRUS

Virus, il contagio rallenta: per la prima volta nessun nuovo caso. A Villa Immacolata negativi 157 tamponi

Sabato 4 Aprile 2020
Il laboratorio di Belcolle

Ottime notizie sul fronte del contagio: oggi, per la prima volta dall'inizio dell'emergenza Covid-19, nessun contagio nel Viterbese. Soprattutto, scongiurato per ora il rischio che il focolaio di Villa Immacolata sfugga di mano: negativi tutti i tamponi arrivati oggi, di cui 157 riguardanti pazienti e operatori della clinica.

In totale, sono 177 i test di oggi (altri 4 su pazienti ricoverati presso l’ospedale di Belcolle e 16 a persone presso la loro abitazione). Inoltre, secondo guarito ufficiale: un uomo ospite a Oriolo Romano, dove ha trascorso la quarantena.

In queste ore la Genetica molecolare di Belcolle sta proseguendo nell’attività di processazione dei test diagnostici su campioni biologici per la ricerca dell’Rna virale specifico del virus Sars cov-2. Al tempo stesso, il Team operativo Coronavirus è costantemente in contatto con la direzione sanitaria di Villa Immacolata al fine di perfezionare le azioni di prevenzione e di protezione per il contenimento del virus della struttura. Inoltre, la Asl sta condividendo in tempo reale i flussi informativi, compresi gli esiti dei tamponi refertati, con la casa di cura con la disposizione di comunicare gli stessi agli operatori, ai pazienti e ai familiari.

In totale, alle ore 12 di questa mattina, i casi accertati restano quindi 295, di cui 6 sono i casi accertati in strutture extra Asl e già noti. Oggi, inoltre è stato comunicato ai soggetti istituzionalmente competenti la negativizzazione dal Covid9 del secondo paziente residente nella Tuscia: il secondo tampone dell'uomo, nel comune di Oriolo Romano, è negativo.

Al momento, delle persone refertate positive al Coronavirus: 237 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio, 31 sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 7 nel reparto di medicina Covid, 4 sono ricoverate in Terapia intensiva, 2 all’ospedale Spallanzani, sale a 2 il numero delle persone negativizzate e resta a 7 il numero delle persone decedute, a cui occorre aggiungere il paziente deceduto in una struttura ospedaliera fuori provincia.

Ultimo aggiornamento: 19:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA