Comune, è crisi nera: Marini autosospeso dalla maggioranza, Forza Italia contro il suo sindaco

Giovedì 6 Agosto 2020 di Massimo Chiaravalli
Giulio Marini
«Comunico al sindaco che le deleghe sulle politiche ambientali le restituisco nelle sue mani e mi sospendo da questa maggioranza»: è finito così un consiglio comunale dai coltelli lunghissimi, in maggioranza. E' finito con il capogruppo di Forza Italia, Giulio Marini, che ha praticamente sfiduciato il sindaco del suo partito, che al rientro in aula dopo una sospensione non si è neanche presentato.

Il bilancio consuntivo è stato votato, ma il capogruppo della Lega, Andrea Micci, aveva messo in chiaro le cose già stamattina: si fa quello e poi basta, in attesa della verifica annunciata in apertura di seduta dal sindaco Giovanni Arena. E Fondazione era sulla stessa linea dei verdi

Invece i berluscones e i meloniani si sono schierati sul fronte opposto: l'intenzione era di andare avanti iniziando la discussione sulla piscina. Ovvero sulla delibera di istituzione del centro federale Fin. La proposta di chiusura del consiglio è stata messa ai voti: FdI e Fi sono finiti in minoranza e Marini è andato su tutte le furie.

Ora il futuro dell'amministrazione Arena è tutto da scrivere. Ammesso che ci sia. Ultimo aggiornamento: 19:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA