COVID

Viterbo, click-day per gli aiuti al commercio: pec del Comune inadeguata, saltano le precedenze.

Lunedì 23 Novembre 2020

Da Sos commercio a Sos... Comune. È andato subito in tilt il click day per ottenere gli aiuti a fondo perduto dal Comune, di fronte alla crisi generata dall'emerganza Covid, destinati alle aziende del capoluogo, in particolare quelle del commercio. La procedura di accoglimento delle richieste "ad esaurimento", basata quindi sulla precedenza di presentazione delle domande, si è arenata per l'inadeguatezza del sistema telematico degli uffici comunali.

Sos commercio, ecco come accedere agli aiuti del Comune: fondi per 350 mila euro

In particoilare, scattato oggi alle ore 10 il termine per presentare le richieste, la Pec (posta elettronica certificata) di palazzo dei Priori destinata a ricevere le domande degli operatori - per 350mila euro complessivi - , è risultata subito satura. La prevedibile ondata di domande ha subito intasato la pec del Comune di Viterbo, che dopo alcune decine di richieste ha poi iniziato a respingere le successive. 

Risultato: molte aziende che hanno presentato nei tempi giusti la domanda, si sono viste respingere la procedura, senza avere informazioni riguardo alla possibilità di ripetere l’accettazione. A questo punto che fine fa il criterio della precedenza delle domande arrivate prima di altre?

Il click-day si annuncia come una pessima figura per la giunta Arena, visto che un'altra domanda sorge spontanea: una forte richiesta di partecupazione a questo avviso pubblico era più che prevedibile, perché non adeguare gli strumenti telematici della macchina comunale per tempo?

Ultimo aggiornamento: 12:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA