Christmas Village, il sindaco frena Fantaworld: «Ad oggi nessuno può dire che si farà»

Christmas Village, il sindaco frena Fantaworld: «Ad oggi nessuno può dire che si farà»
di Massimo Chiaravalli
3 Minuti di Lettura
Sabato 2 Ottobre 2021, 06:20 - Ultimo aggiornamento: 18:48

«Ad oggi nessuno può dire che il Christmas Village si farà». Il sindaco Giovanni Arena mette alcuni paletti sull’iniziativa che la società Fantaworld ha iniziato a pubblicizzare da fine agosto. Anche perché dall’accesso agli atti del consigliere Massimo Erbetti (M5S) è emerso che le carte non ci sono: c’è solo una comunicazione alla società datata 7 dicembre 2020 di tre righe e mezza, firmata dal dirigente, in cui si autorizza a svolgere l’evento nel 2021. Ma il come, dove e quando «vanno concordati con il Comune e con la Prefettura».

Sul sito dei Christmas Village invece c’è già tutto: date, luoghi – edifici pubblici e piazze - attrazioni, prezzo dei biglietti e il resto. Questi gli atti che dirigente Luigi Celestini ha fornito a Erbetti: oltre al vecchio avviso pubblico del 2019 e alle delibere dell’epoca, già note, c’è quella lettera alla Fantaworld ormai di un anno fa. «Si comunica che, a seguito dell’impossibilità di far svolgere la manifestazione per l’anno 2020 – si legge – codesta società sarà autorizzata, sulla base dell’aggiudicazione avvenuta nel 2019 per una edizione con possibilità di proroga per un ulteriore anno, ad organizzare l’edizione 2021».

Questo prevedeva infatti l’avviso pubblico, «nell’ipotesi di gradimento delle attrazioni e installazioni». Nel frattempo però l’organizzazione degli eventi non è più certo quella di due anni fa. E dalle carte si evince anche la mancanza di una delibera di giunta che dia mandato al dirigente di procedere con la proroga. A meno che il gradimento non sia esclusiva di Celestini. Dalla sua risposta a Erbetti emergono comunque alcuni dati: dopo aver spiegato l’iter burocratico, il dirigente aggiunge che «al ricevimento del programma delle festività 2021 si procederà alla relativa approvazione ed alla assegnazione degli spazi». Fantaworld dunque ha pubblicizzato tutto senza comunicare nulla a palazzo dei Priori, che a sua volta non ha concesso alcunché.

Il sindaco conferma: «Date e piazze – spiega - vanno sicuramente concordate con il Comune. Di ufficiale effettivamente non abbiamo niente, quindi probabilmente l’iniziativa è solo nelle intenzioni. Noi vogliamo dare la possibilità di farla svolgere, ma deve esserci qualche pezzo di carta da mettere in fila. Hanno anticipato un po’». Tra i dubbi di Erbetti, il fatto che la fiera non si sia svolta mentre ora, prima ancora di conoscere la situazione del Covid a Natale, sia già tutto programmato. «Certo, c’è sempre un grande punto interrogativo – continua - perché tutte le iniziative sono condizionate alla situazione sanitaria del momento».

Altro quesito: servirà un piano di sicurezza? «Certo, c’è da mettere in moto tutto. Serve la conferma, mi auguro però che si svolga in condizioni non dico normali ma quasi. Da qui a dicembre ci saranno ancora delle limitazioni dal punto di vista della realizzazione del villaggio di Natale». La mossa della società di annunciare la manifestazione secondo Arena magari è solo «per farsi pubblicità: l’intenzione di consentirla c’è, va però seguito l’iter che deve ancora iniziare. Bisogna concordare tutto con il Comune e presentare il piano di sicurezza in Prefettura».

Resta un fatto: si sta veicolando il messaggio che si farà e che il centro storico dal 27 novembre al 9 gennaio sarà occupato. «La considero una prospettiva – conclude il sindaco – ma ad oggi nessuno può dire che il Christmas Village si farà: dobbiamo verificare giorno per giorno e fare i conti con la realtà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA