Case, mutui bassi ed effetto pandemia spingono il mercato

Case, mutui bassi ed effetto pandemia spingono il mercato
3 Minuti di Lettura
Sabato 8 Gennaio 2022, 10:53 - Ultimo aggiornamento: 21:30

Segnali positivi dal mercato del mattone: in aumento le compravendite, stabili i prezzi. A confermare il trend di crescita, già anticipato dagli addetti ai lavori nei mesi scorsi, è il rapporto dell'Istat sul primo e secondo semestre del 2021 che registra, anche per il Centro Italia, una fiammata in doppia cifra rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (fisiologica in ragione del primo duro lockdown) e in rimbalzo anche sul 2019.


A spingere gli acquisti le nuove esigenze dettate dalla pandemia, la ricerca di spazi maggiori e il basso tasso dei mutui. Una parentesi felice che potrebbe però arrestarsi entro il primo semestre dell'anno con il ritocco verso l'alto degli interessi dei prestiti bancari (che comunque dovrebbero rimanere su valori bassi) e l'aumento dell'inflazione, forte al punto da spingere alla prudenza.

Nella Tuscia il mercato più richiesto resta quello del mare: case introvabili a Tarquinia lido e prezzi oltre la media provinciale a Montalto di Castro; località che insieme a Bolsena e Capodimonte rappresentano la fascia più costosa. Qui le compravendite riguardano soprattutto le seconde case non ad esclusivo uso rendita.

Montalto, nello specifico, è la meno conveniente sia per gli acquisti che per gli affitti. Secondo il resoconto mensile pubblicato dal sito Immobiliare.it infatti il prezzo medio al metro quadro di vendita è stato, a dicembre, di 2.253 euro, 15,88 euro mq sono stati richiesti invece per il canone di locazione: +14,4% rispetto a un anno fa e il doppio della media provinciale.

Nel rapporto si legge infatti come «nel Viterbese, a dicembre 2021 per gli immobili residenziali in vendita sono stati richiesti in media 1.072 euro al metro quadro, con una diminuzione del 3,16% rispetto a dicembre 2020 (1.107 euro al metro quadro). Mentre per gli affitti stati richiesti in media 7,17 euro al mese per metro quadro, con una diminuzione del 0,42% rispetto a dicembre 2020 (7,20 mensili)».

Mare fuori mercato, più elastica la situazione nel capoluogo dove le esigenze dei clienti cambiano e la ricerca è finalizzata soprattutto all'acquisto di una prima casa.

A Viterbo, nell'ultimo mese dell'anno, le zone più richieste, e costose sono state Santa Lucia, Paradiso, Santa Barbara, con 1.563 euro per metro quadro. Il prezzo più basso è stato registrato nella zona Teverina ed a Grotte Santo Stefano con una media di 756 euro al metro quadro. Per gli affitti il canone più alto è nella zona centro storico, con 7,02 euro per metro quadro, quello più basso Murialdo, Grotticella, Carmine con una media di 6,35.

© RIPRODUZIONE RISERVATA