Perde il lavoro e s'improvvisa rapinatore: subito arrestato

Domenica 12 Luglio 2020
L'arresto del rapinatore

Armato di coltello rapina tabaccheria, in manette ex pizzaiolo. Venerdì mattina i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viterbo, sono intervenuti nella tabaccheria T.T. Tabacchi di via della Ferrovia. La proprietaria era stata minacciata da un giovane con accento romano che dopo averle puntato un grosso coltello da cucina al fianco sinistro le ha svuotato la cassa del negozio. Portando via 600 euro. Il ragazzo, un ex pizzaiolo disoccupato, dopo aver preso le banconote ha minacciato ancora la proprietaria urlando di non chiamare nessuno e poi si è dileguato. Ma l'allarme è scattato e in pochissimi minuti sono arrivati i carabinieri che hanno iniziato a setacciare la zona e le telecamere di sorveglianza.

Il ragazzo, M.G. di anni 27 residente ad Acilia, è stato rintracciato poco dopo. Si era nascosto nell'androne di un palazzo di via Acerbi, proprio accanto al luogo della rapina. Il ventenne è stato sorpreso con ancora il coltello in mano e la refurtiva nel marsupio. I militari lo hanno immediatamente bloccato e dopo averlo disarmato, sequestrando l'arma servita a compiere il delitto e recuperando l'intera refurtiva che è stata restituita al titolare della tabaccheria, lo hanno arrestato e portato in caserma. Il giovane in trasferta era giunto nella Tuscia in treno per commettere la rapina e poi tornare nel luogo di residenza. L'autorità giudiziaria ne ha disposto il trasferimento presso il carcere di Mammagialla, in attesa dell'udienza di convalida.

Al vaglio degli investigatori le telecamere della zona al fine di appurare se lo stesso era in compagnia di complici o se avesse messo a segno colpi simili in passato. Pare al momento che fosse un rapinatore solitario. Probabilmente in preda alla disperazione per aver perso il lavoro da tre mesi. Sotto shock la vittima. La titolare minacciata col coltello per alcune ore è rimasta nel panico. Ai carabinieri intervenuti in suo soccorso avrebbe detto di aver avuto paura per lei e per la vita del suo cane. «Ho avuto paura e sono stata sotto shock», ha confidato ad alcune amiche sui social. Fortunatamente alla fine tutto si è risolto e anche l'incasso della giornata è stato restituito alla vittima. Il ragazzo al momento resta in carcere a Mammagialla, nei prossimi giorni sarà sottoposto alla convalida dal giudice del Tribunale di Viterbo che deciderà se rimetterlo in libertà in attesa del processo e applicare la misura cautelare degli arresti.
 

Ultimo aggiornamento: 13:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA