Viterbese, sulla cessione il "peso" dei contratti. Murilo potrebbe andare all'Avellino con Taurino

Murilo festeggiato
di Paolo Graziotti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Maggio 2022, 06:30 - Ultimo aggiornamento: 15:50

L’attuale presidente del Pomezia, Alessio Bizzaglia, ci pensa: proseguire o no i contatti con Marco Romano per rilevare la Viterbese? Dopo il blitz in città di martedì scorso, l’imprenditore di Pomezia sta valutando la situazione con i propri collaboratori; a breve potrebbe sciogliere le riserve. Uno dei nodi più importanti riguardo l’eventuale acquisto della società riguarda contratti “importanti”, stipulati dal sodalizio di via della Palazzina.

Attualmente sono 10 i giocatori ancora sotto contratto, più due allenatori. Una parte riguarda gli elementi arrivati nel mercato di riparazione di gennaio, quando la società è stata costretta a rivoluzionare la squadra con elementi di esperienza per tentare di salvarsi. Altri si riferiscono invece alla stagione precedente.

In questo senso un aiuto importante potrebbe arrivare dall’Avellino. La società irpina ha annunciato qualche giorno fa l’arrivo in panchina di Roberto Taurino, dopo l’ottimo campionato che il tecnico leccese ha disputato con il Francavilla. Taurino è stato però anche l’allenatore della Viterbese nella stagione 2020-21. Anche durante quel campionato la Viterbese era alle prese con la lotta per non retrocedere e nel mercato di gennaio arrivò il brasiliano Ottavio Murilo, che diede il massimo proprio con Taurino in panchina fornendo un contributo determinante per la salvezza.

L’apice del connubio tra i due è arrivato in occasione della vittoria della Viterbese allo stadio San Nicola di Bari, proprio con una rete di Murilo. Tra i rinforzi che Taurino ha chiesto all’Avellino, ci sarebbe appunto anche l’attaccante brasiliano. Per Murilo, quella appena conclusa, è stata una stagione da dimenticare. La punta sudamericana ha segnato infatti 3 reti nel girone di andata, ma non ha inciso come ci si aspettava alla vigilia.

Murilo è poi sparito dai radar, dopo la partita casalinga con la Pistoiese in cui l’espulsione nel corso della ripresa gli era costata tre giornate di squalifica. Anche dopo aver scontato i tre turni, il giocatore non è stato più convocato sia nelle partite che mancavano alla fine della stagione regolare, sia per la doppia sfida dei playout contro la Fermana.
Murilo, che vanta anche un’esperienza in serie B con la maglia del Livorno, potrebbe così ricominciare da Avellino con un allenatore che lo ha fatto rendere al massimo. La Viterbese si libererebbe invece di un contratto di quelli pesanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA