Viterbese, Romano invita alla calma: «Squadra già spacciata? I conti si fanno alla fine»

Il presidente Romano
di Paolo Graziotti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Ottobre 2021, 06:25 - Ultimo aggiornamento: 17:52

Il presidente Marco Romano tira fuori gli artigli e reagisce alle critiche, arrivate soprattutto via social, dopo l'ennesima sconfitta in campionato di domenica scorsa che relegato la sua Viterbese sempre più malinconicamente all'ultimo posto in classifica. Al danno poi si aggiunge anche la beffa, visto che il giudice sportivo ieri ha inflitto alla società una multa di 1.500 euro per una bottiglietta lanciata in campo nel match contro il Grosseto.

"Questo è il terzo anno che sto a Viterbo - dice Romano - e per cinque sconfitte vengo messo in discussione. È una vergogna. In molti ci danno già per retrocessi dopo appena 8 giornate. Questo è un record". Contrariamente alle aspettative della vigilia, la Viterbese ha iniziato questo campionato con un trend estremamente negativo, che l'ha relegata all'ultimo posto con solo 3 punti in 8 partite, frutto di 5 sconfitte e 3 pareggi. La squadra è l'unica del girone a non aver ancora vinto una partita, viene da 2 battute d'arresto consecutive e nelle ultime 5 gare ha segnato solo 2 reti, di cui una su rigore a Pescara.

Romano resta fiducioso sulla possibilità della Viterbese di tirarsi fuori da questo momento estremamente difficile. "Invito tutti a stare calmi - puntualizza - il campionato è lungo e i conti si faranno all fine. Sono sorpreso della negatività di alcuni pseudo tifosi ed esperti da tastiera che esprimono apprezzamenti privi di fondamento. Capisco che non posso essere simpatico a tutti, spero di dare tante felicità ai veri tifosi della Viterbese, che sono quelli che stanno vicino alla squadra in momenti difficili come questo".

Lo stesso presidente domenica sera, dopo la partita persa contro il Grosseto, si era lasciato andare adun duro sfogo nei confronti della squadra, ammettendo che sono stati commessi degli errori nell'allestimento della rosa e per questo la società avrebbe valutato il mercato degli svincolati. L'esigenza maggiore è a centrocampo, dove il reparto difetta proprio di elementi a livello numerico.

"Stiamo monitorando dei calciatori svincolati - conferma Romano - ma prenderemo solo elementi che migliorano la rosa attuale e non tanto per prendere". La società di via della Palazzina mira Infatti a prendere giocatori che siano già in condizione per essere utilizzati subito e non elementi che siano in ritardo dal punto di vista atletico che dovrebbero quindi impiegare diverso tempo per entrare in forma. Perdere ulteriore tempo, sbagliando i nuovi innesti, è infatti quello che la Viterbese non può permettersi in questo momento.

Sabato prossimo contro il Modena il presidente si aspetta una prova d'orgoglio da parte dei suoi ragazzi per invertire la rotta e confida nel lavoro che sta portando avanti il nuovo tecnico Giuseppe Raffaele. "È ovvio che mi aspetto una reazione - commenta - anche se dobbiamo dare tempo al mister di lavorare. Sono sicuro che la rosa è competitiva, come più volte detto. Con il lavoro di Raffaele e del suo staff e il maggiore impegno dei ragazzi sono sicuro che usciremo da questa situazione. Al termine del girone d'andata inizieremo poi a fare i primi conti per valutare come muoverci".

© RIPRODUZIONE RISERVATA