E' morto l'ex presidente della Viterbese, Angelo Deodati. Tra calcio, rifiuti e quello spareggio memorabile

E' morto l'ex presidente della Viterbese Angelo Deodati
di Marco Gobattoni
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Marzo 2022, 23:16 - Ultimo aggiornamento: 17 Marzo, 09:40

E' stato un presidente diretto, esplosivo come quelli di una volta che dicevano le cose in faccia, senza filtri ma con enorme amore per le squadre che possedevano, perchè, come alcuni suoi successori in seguito, ne ha possedute diverse. E' morto Angelo Deodati ex presidente della Viterbese che prese nel 1993 e riportò in serie C2 dopo diversi anni di assenza dal professionismo. Indimenticabile lo spareggio di Perugia contro la Pontevecchio, giocato sotto una pioggia torrenziale e vinto dai gialloblù per la gioia dei tantissimi tifosi arrivati da Viterbo.

Nativo di Pisoniano e attivo nel settore delle pulizie e smaltimento rifiuti, Deodati è conosciuto per essere stato presidente e proprietario di diversi club come appunto Viterbese, Ancona e Latina mentre a Livorno fu socio insieme a Claudio Achilli e a Bari provò a creare una cordata per rivelare il club da Matarrese senza tuttavia riuscirci. Un presidente stile Gaucci, mangia allenatori ma con una grande passione. Storico il suo legame con Guido Attardi, tecnico scomparso anni fa che ha lasciato un grande ricordo tra i tifosi della Viterbese. Nel 2013, Deodati, fu ad un passo dal rilevare ancora una volta il club di via della Palazzina ma la situazione economica disperata del club lo fece desistere. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA