Viterbese, il tabù Rocchi non esiste più, ma ora guai a dormire sugli allori

Lunedì 1 Marzo 2021 di Paolo Graziotti
Viterbese, il tabù Rocchi non esiste più, ma ora guai a dormire sugli allori

Il tabù Rocchi non esiste più, ma la Viterbese non può cullarsi sugli allori. La classifica è ancora molto corta e tutto può ancora succedere, soprattutto per quello che riguarda la griglia dei playout. Mercoledì prossimo i gialloblù sono attesi inoltre da un altro infuocato scontro salvezza in casa della Paganese dove ci sarà anche un nuovo centrocampo da inventare. I tempi in cui la formazione di Roberto Taurino non riusciva a vincere in casa sono ormai solamente un cattivo ricordo che appartiene all'anno passato. La Viterbese ha chiuso infatti il 2020 con solamente 2 punti all'attivo tra le mura amiche arrivati grazie ai due pareggi con Bisceglie e Virtus Francavilla, per il resto sono arrivate tutte sconfitte. Con il 2021 le cose sono andate per il verso completamente opposto. A partire dalla gara contro il Teramo dello scorso 17 gennaio, valida per l'ultima giornata del girone d'andata, i gialloblù hanno totalizzato 13 punti in sei gare, perdendo solamente di misura contro la capolista Ternana. In tutte queste partite casalinghe, la Viterbese ha subito inoltre solamente un gol. Il cambio di passo è dovuto sicuramente al fatto che adesso la squadra sa gestire meglio le situazioni soprattutto nei minuti finali, evitando di farsi rimontare dagli avversari o di prendere gol evitabili come accaduto in più di un'occasione nelle gare del girone d'andata. Tuttavia, proprio la situazione venutasi a creare sabato scorso durante la vittoriosa partita contro il Palermo rappresenta un campanello d'allarme. Con i rosanero ridotti in nove, la squadra si è abbassata troppo e non ha finalizzato a dovere le ripartenze tenendo il risultato in bilico fino al triplice fischio. "Soprattutto nei dieci minuti finali  - ha detto Taurino - alcuni passaggi li abbiamo effettuati con superficialità. Alcune situazioni andavano gestite in maniera diversa". E sotto questo aspetto i gialloblù dovranno sicuramente migliorare già da mercoledì prossimo in vista della partita sul terreno di gioco della Paganese. Contro i campani sarà squalificato Nicholas Bensaja che, essendo già diffidato, ha rimediato un altro cartellino giallo nella partita di sabato scorso. Sarà probabilmente assente anche Simone Palermo, che nella partita di sabato scorso, è uscito dal campo dopo appena quindici minuti di gioco per infortunio. Mercoledi a centrocampo giocherà sicuramente titolare Michel Adopo, che sta mostrando una grande crescita, in preallarme c'è anche Besea che dopo diverso tempo potrebbe quindi ritrovare la maglia da titolare. Come già successo in altre occasioni, una vittoria della Viterbese è risultata fatale per la panchina dell'allenatore avversario. Proprio dopo la sconfitta contro i gialloblù, Il Palermo ha infatti esonerato Roberto Boscaglia dopo aver indetto il silenzio stampa subito dopo la fine della partita.

Ultimo aggiornamento: 22:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA