Viterbese, il finale è amaro: a Pescara finisce 1-1 ma la squadra gialloblù manda segnali di risveglio

Viterbese, il finale è amaro: a Pescara finisce 1-1 ma la squadra gialloblù manda segnali di risveglio
di Marco Gobattoni
4 Minuti di Lettura
Sabato 25 Settembre 2021, 19:43

Pareggio esterno (1-1), per la Viterbese che dopo essere stata avanti per tutto l’incontro viene raggiunta in pieno recupero dal Pescara. Dopo appena 5′ la Viterbese sblocca il match su calcio di rigore con Volpicelli che realizza il penalty concesso per una trattenuta in area su Martinelli. Al 10′ grande chance per il raddoppio, Di Gennaro si supera su Capanni ma Murilo sulla ribattuta colpisce la base del palo. Al 13′ mister Dal Canto è costretto a rinunciare a Martinelli infortunatosi alla spalla destra, al suo posto dentro Marenco. Al 32′ Pescara pericoloso con Galano che dal limite calcia a giro col sinistro, Bisogno vola e devia in corner. Il primo tempo termina con la Viterbese avanti di un gol.

Nella ripresa dopo appena 2′ ci prova Volpicelli, sinistro dai 20 metri e grande risposta di Di Gennaro. Al 65′ cross dalla destra di Zappella respinto dalla difesa, la palla finisce sul destro di Ferrari che da buona posizione calcia alle stelle. Al 68′ punizione dai 25 metri di Memushaj, battuta perfetta del capitano del Pescara ma Bisogno si supera salvando il risultato. Al 79′ è Clemenza ad avere una grande occasione ma il suo destro incrociato da posizione defilata non trova la porta. All’81 Pescara vicino al pari ma prima Bisogno salva sul colpo di testa ravvicinato di Ferrari poi sugli sviluppi dell’azione De Marchi in mischia colpisce il palo. Il pari del Pescara arriva al 93′ grazie a Ferrari che da due passi segna il gol del pareggio. Finisce 1-1 con un pizzico di amarezza per il pareggio incassato nei minuti di recupero. Pareggio che ai punti è giusto, anche se la Viterbese, soprattutto nella prima frazione, ha avuto diverse occasioni per andare sul 2-0. Alla fine della fiera però, i gialloblù possono guardare il bicchiere mezzo pieno: si muove la classifica e arriva il secondo risultato positivo contro una delle formazioni più forti del girone. Martedì, nel turno infrasettimanale contro la Vis Pesaro, obiettivo tre punti. 

PESCARA (3-4-3): Di Gennaro; Ingrosso, Drudi, Illanes (30′ st Marilungo); Zappella, Rizzo, Memushaj, Nzita (21′ st Clemenza); Galano (30′ st Frascatore), Rauti (10′ st Ferrari), D’Ursi(10’st De Marchi). A disposizione: Sorrentino, Rasi, Valdifiori,  Diambo, Cancellotti, Veroli, Sanogo. Allenatore: Auteri.

VITERBESE (3-4-3): Bisogno; D’Ambrosio, Martinelli (13′ pt Marenco), Van Der Velden; Pavlev, Calcagni, Foglia (7′ st Megelaitis), Urso; Volpicelli (27′ st Adopo), Murilo, Capanni. A disposizione: Daga, Fracassini, Simonelli, Errico, Ricchi, Alberico. Allenatore: Dal Canto.

Arbitro: Daniele Virgilio della sezione di Trapani; assistenti Sigg. Antonio D’Angelo e Andrea Bianchini di Perugia; Quarto Uomo Sig. Andrea Recupero della sezione di Lecce.

Marcatori: 5′ pt rig. Volpicelli, 93′ Ferrari

Note: angoli: 5-1 per Pescara; ammoniti: D’Ambrosio, Foglia, Murilo, Galano, Ingrosso, Illanes, Clemenza; recuperi: 4’ pt; 5’ st.

Pareggio esterno (1-1), per la Viterbese che dopo essere stata avanti per tutto l’incontro viene raggiunta in pieno recupero dal Pescara. Dopo appena 5′ la Viterbese sblocca il match su calcio di rigore con Volpicelli che realizza il penalty concesso per una trattenuta in area su Martinelli. Al 10′ grande chance per il raddoppio, Di Gennaro si supera su Capanni ma Murilo sulla ribattuta colpisce la base del palo. Al 13′ mister Dal Canto è costretto a rinunciare a Martinelli infortunatosi alla spalla destra, al suo posto dentro Marenco. Al 32′ Pescara pericoloso con Galano che dal limite calcia a giro col sinistro, Bisogno vola e devia in corner. Il primo tempo termina con la Viterbese avanti di un gol.

Nella ripresa dopo appena 2′ ci prova Volpicelli, sinistro dai 20 metri e grande risposta di Di Gennaro. Al 65′ cross dalla destra di Zappella respinto dalla difesa, la palla finisce sul destro di Ferrari che da buona posizione calcia alle stelle. Al 68′ punizione dai 25 metri di Memushaj, battuta perfetta del capitano del Pescara ma Bisogno si supera salvando il risultato. Al 79′ è Clemenza ad avere una grande occasione ma il suo destro incrociato da posizione defilata non trova la porta. All’81 Pescara vicino al pari ma prima Bisogno salva sul colpo di testa ravvicinato di Ferrari poi sugli sviluppi dell’azione De Marchi in mischia colpisce il palo. Il pari del Pescara arriva al 93′ grazie a Ferrari che da due passi segna il gol del pareggio. Finisce 1-1 con un pizzico di amarezza per il pareggio incassato nei minuti di recupero. Pareggio che ai punti è giiusto, anche se la Viterbese, soprattutto nella prima frazione, ha avuto diverse occasioni per andare sul 2-0. Alla fine della fiera però, i gialloblù possono guardare il bicchiere mezzo pieno: si muove la classifica e arriva il secondo risultato positivo contro una delle formazioni più forti del girone. Martedì, nel turno infrasettimanale contro la Vis Pesaro, obiettivo tre punti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA