La Viterbese ha le carte in regola per salvarsi, parola dell'ex allenatore Maurizi

Agenore Maurizi
di Paolo Graziotti
3 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Dicembre 2021, 10:05 - Ultimo aggiornamento: 15:17

La Viterbese ha tutte le carte in regola per salvarsi, ma domenica prossima sarà imperativo battere la Carrarese". Parola di ex allenatore. Agenore Maurizi, che la stagione scorsa ha guidato la squadra gialloblù all'inizio e alla fine del campionato raggiungendo la salvezza matematica a quattro giornate dalla fine, analizza la stagione della Viterbese.

"Conosco Francesco Punzi personalmente - ha detto ancora Maurizi - è un allenatore molto bravo ed ha le capacità per tirare fuori la Viterbese da questa situazione. È chiaro però che deve sfruttare al meglio le prossime due partite casalinghe contro Carrarese e Fermana". Agenore Maurizi conosce bene anche gli elementi che compongono l'attuale rosa gialloblù, anche perché alcuni dei quali li ha già allenati la stagione scorsa.

"La Viterbese ha allestito un organico importante per questo campionato - continua - ci sono dei giocatori molto forti come ad esempio Volpicelli e Murilo che hanno sempre fatto bene nei campionati passati. In difesa c'è Martinelli che la scorsa stagione giocava in Serie B con la Reggiana e c'è anche D'Ambrosio. Quest'ultima lo avevo chiesto anch'io quando ero alla Viterbese. Non sottovaluterei poi Andrea Errico, è un ragazzo che ha grandi capacità e sono sicurochesaràin grado di dimostrarlo nel restodi questa campionato”.

Secondo l'allenatore anche il francese Michel Adopo “può disputare una stagione importante. Proprio in quest'ultimo periodo mi sembra stia crescendo molto. Non sempre però serve prendere giocatori bravi per fare bene. Non so cosa sia successo alla Viterbese, ma è importante la gestione degli stessi giocatori. Vale a dire che vanno messi nelle condizioni e nelle posizioni campo dove possono rendere di più. Non so, probabilmente la Viterbese ha avuto un problema psicologico, ma certo ora deve fare di tutto per abbandonare il prima possibile l'ultimo posto in classifica. Giocare bene ora non basta, la squadra deve pensare sopratutto ad incamerare punti pesanti in ogni partita che va a disputare".

Maurizi ripensa poi alla sua esperienza alla Viterbese la stagione scorsa. Soprattutto all'inizio difficilissimo che ha caratterizzato i mesi di settembre e ottobre. "In quel periodo - ricorda - il Covid condizionò fortemente il nostro avvio di stagione. Ci sono stati momenti in cui addirittura avevo fuori 14 giocatori e avevamo difficoltà a scendere in campo. Adesso non posso sentire quegli allenatori che già si lamentano perché hanno quattro o cinque giocatori indisponibili".

La squadra continua ad allenarsi per preparare al meglio la gara di domenica prossima contro la Carrarese che inizierà alle 14,30

© RIPRODUZIONE RISERVATA