Viterbese, ora bisogna dare continuità ai risultati

Viterbese, ora bisogna dare continuità ai risultati
di Paolo Graziotti
2 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Ottobre 2021, 06:30

Viterbese non è più il fanalino di coda solitario del girone, ma divide l'ultimo posto in classifica con Fermana e Pistoiese. La netta vittoria di martedì scorso contro il Siena porta enormi benefici non solo a livello morale ma anche in classifica. Il successo contro i bianconeri, molto più quotati alla vigilia, ha testimoniato che la Viterbese ha in rosa gli uomini giusti per fare bene e tenere testa anche alle formazioni più blasonate del suo campionato. Con il rientro in difesa di Martinelli, praticamente mai impiegato a pieno regime finora, la Viterbese si è mostrata molto più solida ed ha potuto tornare a schierarsi con una retroguardia a tre che permette Raffaele di poter proporre uno schema sicuramente più funzionale alle caratteristiche dei suoi giocatori. Arrivato praticamente agli sgoccioli dello scorso calciomercato estivo, Riccardo Martinelli ha impiegato alcune settimane per entrare in forma, tanto che in occasione della terza giornata quando è stato schierato ad Olbia, ha faticato molto ed è stato espulso per doppia ammonizione all'inizio del secondo tempo. Rientrato poi nella trasferta di Pescara, è dovuto uscire dal campo immediatamente al terzo minuto dopo aver guadagnato il fallo che ha permesso alla Viterbese di usufruire del calcio di rigore che l'aveva portata momentaneamente in vantaggio. L'infortunio alla spalla riportato in Abruzzo, lo aveva poi tenuto fuori fino alla gara di martedì pomeriggio contro il Siena "Il rientro di Martinelli in difesa - ha detto il tecnico - ha dato alla squadra esperienza, leadership e tranquillità". Finalmente convincente anche la prova a centrocampo del regista lituano Linas Megelaitis, che è riuscito a rubare molti palloni ed a far ripartire la squadra. Cosa che invece non era accaduto nelle precedenti partite, quando la Viterbese difficilmente riusciva a vincere i contrasti con gli avversari. Si è rivelata poi azzeccata la scelta del tecnico di schierare un tridente con Murilo come punta centrale, per sfruttare le sue capacità di giocare in profondità. Il difficile però viene adesso,visto che la squadra dovrà confermare quanto di buono fatto contro il Siena e soprattutto continuare ad ottenere vittorie pesanti per risalire il prima possibile in classifica. Ed è qui che la Viterbese dovrà fare i conti con la ristrettezza della propria rosa, che conta molti attaccanti o mezze punte e pochi centrocampisti o difensori. Il tecnico Giuseppe Raffaele dovrà cercare di andare avanti in questo modo fino al prossimo mercato di gennaio quando poi saranno necessari alcuni correttivi all'organico in occasione del calcio mercato invernale. L'alternativa sarebbe invece cercare qualche giocatore svincolato, proprio nelle ultime ore ci sono stati contaatti con il centrocampista brasiliano ex Monopoli Alvaro Iuliano. La vittoria contro il Siena va comunque archiviata in fretta, perché già sabato prossimo i gialloblù sono chiamati ad un altro difficile esame da non sbagliare sul terreno di gioco della Lucchese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA