Violento temporale si abbatte su Tarquinia, allagamenti e disagi anche nella Tuscia

Giovedì 14 Giugno 2018 di Marco Feliziani
Tarquinia sotto l'acqua
Lo avevano annunciato i meteorologi che «il mese in corso era previsto a singhiozzo, con possibilità di violenti temporali». E così è stato nel pomeriggio di oggi sulla costa viterbese e nel resto della Tuscia. Una forte attività temporalesca ha causato danni e disagi in alcune zone della provincia.

A Tarquinia una bomba d’acqua ha provocato allagamenti sia in città che al lido, dove si sono registrati diversi interventi del sistema di protezione civile. L’Aeopc di Tarquinia e il gruppo comunale di protezione civile, in allerta da ieri dalla sala operativa regionale, sono intervenuti in più occasioni per togliere l’acqua dalle strade e ripristinare la circolazione assieme a carabinieri e polizia. In via Rosselle, nei pressi della chiesa S.Lucia, i volontari hanno utilizzato le idrovore per pompare e abbassare il livello d’acqua dai garage e dagli scantinati. Disagi anche in zona Grottelle e a Marina Velca: anche qui i vigili del fuoco e la prociv hanno monitorato la situazione in attesa del miglioramento delle condizioni meteorologiche.

La forte pioggia si è abbattuta anche a Montalto di Castro, dove in alcune zone è saltata la corrente elettrica e nelle aree più a rischio idrogeologico sono avvenuti allagamenti che però non hanno dato particolari problemi alla circolazione stradale. La tempesta atlantica ha inoltre trovato il suo percorso nell'entroterra della Tuscia. A Vignanello, in località Centignano, e nella zona di Civita Castellana, diversi gli interventi dei vigili del fuoco per la rimozione di alberi e rami dalle strade comunali e provinciali. A Nepi, invece, una forte grandinata, accompagnata da tuoni e lampi, ha provocato danni alle apparecchiature elettriche domestiche, e in alcune zone sono saltati i quadri elettrici nelle cabine stradali. L’estate, dunque, sembra proprio che non voglia arrivare. I modelli dei meteorologi descrivono «fasi soleggiate ed estive, alternate ad altre in cui le insidie dall'Atlantico ostacolano a più riprese l'arrivo della bella stagione». © RIPRODUZIONE RISERVATA