Sedici tonnellate di fitofarmaci senza autorizzazione, sequestrato deposito a Vetralla

Controllo fitofarmaci
2 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Giugno 2020, 07:10

Fitofarmaci senza autorizzazione, sequestrato deposito a Vetralla.
L’Europol, agenzia internazionale che si occupa del contrasto al crimine nei paesi membri, ha coordinato un’attività finalizzata alla lotta contro i pesticidi illegali.
Nell'operazione globale sono state sequestrate 1.346 tonnellate di pesticidi illegali. 
Le autorità italiane ne hanno sequestrate 16,9 tonnellate, in un deposito a Vetralla, per un valore di 300mila euro. Le indagini, in collaborazione con Olaf, Euipo e le autorità nazionali, fanno parte dell'operazione annuale Silver Axe contro la contraffazione di pesticidi, che si è svolta tra gennaio e aprile, e ha coinvolto 32 Paesi, tra cui l'Italia. 
Secondo quanto accertato dalle forze di polizia che hanno operato nel viterbese il deposito sequestrato non aveva le autorizzazione per il commercio dei fitofarmaci. 
Motivo per cui è stato sigillato l’intero impianto, dal valore di centinaia di migliaia di euro. Non si tratta quindi di pesticidi illegali ma di mancate autorizzazioni per l’introduzione nella filiera dei fitofarmaci.
L’intera operazione di Europol ha portato all'arresto di due persone e 8 inchieste sono state aperte in Belgio, Francia, Germania, Polonia, Slovenia e Svizzera. Le autorità di contrasto hanno effettuato ispezioni su frontiere terrestri e marittime, mercati interni e consegne di pacchi, controllando oltre 3mila tonnellate di pesticidi. Complessivamente sono state avviate 260 indagini, arrestati due individui e sequestrati 1 346 tonnellate di pesticidi illegali. Attualmente, 8 indagini sono ancora in corso in Belgio, Francia, Germania, Polonia, Slovenia e Svizzera. 
Silver Axe del 2020 ha visto sequestrare il doppio della quantità di prodotti illegali rispetto all'operazione dell'anno scorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA