Vespa che passione: piloti da tutta Italia. I risusltati del 4° giro del lago di Bolsena

Giovedì 12 Luglio 2018
Vespa-mania, successo di partecipazione e di pubblico a Marta (Viterbo) per il 4° Giro del lago di Bolsena, che nei giorni scorsi ha richiamato  i più forti piloti di Vespa da ogni parte d’Italia; da Mantova e Milano a Reggio Calabria e ad Ancona.

La manifestazione, organizzata dal Vespa club Viterbo, ha preso il via da piazzale Martiri di Cefalonia a Marta per proseguire con il giro del lago, interrotto a Bolsena per un posto di controllo e per una prova di abilità a Montefiascone, fino a concludersi nello stesso piazzale a Marta. I partecipanti, a bordo di Vespe Piaggio di ogni epoca si sono cimentati in tre serie di prove speciali di abilità su base cronometrata, la prima in partenza, la seconda a Montefiascone e la terza sul piazzale antistante il porto di Marta.

Le Vespe hanno partecipato suddivise in tre classi: Storiche fino all’anno di costruzione 1954, Vintage dal 1955 in poi; la Expert riservata ai piloti più affermati. Il primo concorrente ha preso il via alle 14:31, seguito dai successivi con un intervallo di 30” tra l’uno e l’altro; la prima prova di abilità, eseguita dopo la partenza, ha visto le vespe percorrere un corridoio stretto e descrivere due cerchi e un breve slalom, dovendo rispettare un tempo di percorrenza.

Il percorso, per un totale di 60 Km, è stato particolarmente impegnativo nel tratto compreso tra la Capodimonte e l’imbocco della Cassia tra San Lorenzo Nuovo e Bolsena che comprendeva strade particolarmente strette e un breve tratto di strada bianca. La prova più selettiva è risultata essere quella di Montefiascone, collocata su una sella alla base della Rocca, nella quale i concorrenti dopo il controllo orario hanno dovuto affrontare uno slalom.

Dopo la conclusione della prova dell’ultimo concorrente, mentre i cronometristi elaboravano le classifiche, il presidente del Vespa Club, Domenico Palazzetti, ha diretto la cerimonia di premiazione consegnando i riconoscimenti e i premi ai primi classificati di ogni categoria. Presenti alla consegna dei premi il delegato provinciale Asi,. Andrea Sebastiani, il presidente della Pro-Loco, Stefano FuriettiM; il sindaco Maurizio Lacchini e il referente Vespa Lazio, Nunzio Bonanno, con il presidente dell’Auto moto club Viterbo, Salvatore Fratejacci.

Nella classifica assoluta, primo Denis Franzini seguito da Giancarlo Giubelli (entrambi Vespa Club Mantova); terzo Alessandro Bisti. Nella Vintage il Vespa club Mantova si è aggiudicato i primi tre posti con Denis Franzini, Giancarlo Giubelli e Domenico Iembo; quarto il viterbese Sandro Saveri. Nella classifica del campionato laziale, Alessandro Bisti al primo posto, seguito dal giovane Alessandro Sansavini e dal veterano Moreno Valeri (Vespa Club Viterbo). Ultimo aggiornamento: 18:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Mattia 15 anni e un sogno Diventare arbitro di calcio

di Mimmo Ferretti