COVID

Vaccini, superata quota 74mila, ma preoccupano i contagi tra minori

Mercoledì 21 Aprile 2021 di Federica Lupino
Vaccini a Belcolle

Mette il turbo la campagna vaccinale nel Viterbese. Lavorano a pieno regime i centri Astrazeneca, dove le prenotazioni sono ripartite nei giorni scorsi. E lo stesso accade negli hub dedicati a Pfizer. Nella giornata di lunedì – ultimi dati disponibili – in tutta la provincia sono state somministrate 1.459 dosi. In maggioranza, proprio nelle strutture riservate al vaccino statunitense. All’ospedale di Belcolle si è arrivati a 332 somministrazioni in un giorno, in quello di Tarquinia sono state 132, stesso numero dell’Andosilla a Civita Castellana. Numeri alti anche nel nosocomio di Acquapendente con 114 dosi. Va forte pure il Sant’Anna di Ronciglione con 138, quindi la casa della salute di Soriano nel Cimino con 114, quella di Bagnoregio con 102 e Bolsena con 48. Dati ben superiori rispetto alle settimane scorse quando si viaggiava intorno alle 50 dosi al giorno in ciascun centro (al di fuori degli ospedali).

La strategia voluta dal commissario straordinario per l’emergenza, Francesco Paolo Figliuolo, ha portato a dirottare tutte le fiale Pfizer per l’immunizzazione degli over80 e degli estremamente vulnerabili. Per questo, le agende in questi centri restano chiuse a nuove prenotazioni da oltre due settimane. Quello che accadrà nelle prossime settimane dipenderà dalle forniture che arriveranno e dalle decisioni che saranno assunte dal Governo. L’enorme sforzo messo in campo ha portato il totale delle vaccinazioni nel Viterbese a quota 74mila: oltre 43mila su donne, il restante su uomini. Tra prime e seconde dosi, la fascia d’età tra gli 80 e gli 89 anni sfiora le 28mila vaccinazioni, quasi 6mila quella per gli over90. Tra i 70 e i 79 anni, sono invece 14mila i cittadini vaccinati, seguiti da poco più di 8mila viterbesi tra i 60 e i 69 anni. Le prenotazioni, invece, non crescono molto: sono a 61.200.

La curva, intanto, continua a registrare una flessione: nelle ultime 24 ore sono stati 36 i nuovi casi, ampiamente superati però dai guariti, 95. Preoccupa però il dato relativo ai minori: sono 8 gli under18 colpiti dal Covid-19 nell’ambito dell’ultima rilevazione della Asl. Il più grande ha 15 anni, mentre il più piccolo ne ha uno. Si tratta di casi registrati tra Caprarola, Bagnoregio, Bolsena (dove le medie sono chiuse), Monterosi, Tarquinia (qui diverse le classi in quarantena) e Vitorchiano. Spesso si tratta di ragazzini con genitori positivi: il virus ancora una volta dimostra di diffondersi rapidamente in ambito famigliare. “La situazione non è delle migliori, ci aspettiamo nuovi positivi nei prossimi giorni. Continuiamo a proteggerci e a rispettare i protocolli,  possiamo uscirne”, è il messaggio inviato dal sindaco di Caprarola Eugenio Stelliferi ai suoi concittadini.

Ultimo aggiornamento: 19:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA