Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Un anno nel segno di Vicino Orsini "bomarzese doc": il cartellone per i 500 anni

Un anno nel segno di Vicino Orsini "bomarzese doc": il cartellone per i 500 anni
di Simone Lupino
3 Minuti di Lettura
Martedì 9 Agosto 2022, 05:45 - Ultimo aggiornamento: 16:59

Un anno nel segno di Vicino Orsini. Bomarzo si accinge a festeggiare con un cartellone ricco di eventi il 500esimo anniversario della nascita di colui che ha reso il nome della cittadina celebre nel mondo, creatore del Sacro Bosco e governatore qui dall’età di 19 anni fino alla morte.

Pierfrancesco Orsini, detto Vicino, nacque a Roma il 4 luglio del 1523, dal ramo degli Orsini di Mugnano. “Un bomarzese doc” lo ha definito il sindaco Marco Perniconi alla presentazione delle iniziative che si è svolta venerdì scorso nel palazzo che ancora oggi porta il nome dell’antica famiglia. “Vicino Orsini ci ha lasciato una eredità importantissima del punto di vista culturale, artistico e architettonico. Questa iniziativa nasce per valorizzare ancora di più quello che è stato Vicino Orsini per noi. L’amministrazione comunale sta lavorando a stretto contatto con la Soprintendenza. Abbiamo ottenuto da poco un finanziamento di 400mila euro per il restauro degli affreschi del palazzo ed è partito l’iter per vincolare l’edificio come bene storico”. 

“Celebrare nel miglior modo possibile questa ricorrenza è stato un punto fermo di questa amministrazione nel momento stesso in cui ci siamo messi in gioco per governare questo paese", ha spiegato l’assessore Marzia Arconi. “L’ evento – ha aggiunto la direttrice artistica della manifestazione, Tiziana Lagrimino - vuole essere anche un volàno turistico e di promozione di Bomarzo e della Tuscia”. La manifestazione avrà una appendice a Roma: prevista una conferenza stampa il 18 gennaio 2023 alla sala della Protomoteca del Campidoglio, alla presenza del sindaco Gualtieri.

C’è anche un logo celebrativo. Vincitore dell’avviso pubblico per la sua realizzazione Bruno Morroto, docente presso il liceo artistico di Viterbo, a cui sono stati consegnati un attestato e un premio.

Il primo appuntamento della lunga kermesse è sabato 13 agosto a Palazzo Orsini con la proiezione del cortometraggio di Michelangelo Antonioni “La villa dei Mostri”. Ospite la moglie del regista, Enrica Fico. Sempre sabato apre una mostra di bozzetti di costumi rinascimentali della stilista Ilaria Sforza Petrocochino, abiti che saranno presentati in una sfilata al parco dei mostri il 18 giugno 2023. Il 20 e 21 agosto prossimi rassegna d’arte contemporanea nel borgo di Mugnano. Da settembre a dicembre, invece, lezioni alla scuola primaria e secondaria su Vicino Orsini e il patrimonio storico e tradizionale di Bomarzo. Il 28 gennaio 2023 giornata di studi curata dallo storico dell’arte Andrea Alessi e dal professore di letteratura Paolo Procaccioli.

E, ancora, in calendario: una mostra fotografica di Marco Paolini (20 aprile-31 luglio 2023), la presentazione di una storia illustrata realizzata da Laura Natali (6 maggio 2023), visite guidate da Palazzo Orsini al Sacro Bosco (1 aprile-31 luglio 2023). Una celebrazione a tutto tondo: verranno creati un menu turistico dedicato al Principe Orsini da parte dello chef Salvo Cravero e un gioiello dalle mani dell’artigiano orafo Lino Perinelli. E poi una cartolina celebrativa con annullo filatelico. Chiude gli eventi l'8  luglio 2023 una rappresentazione teatrale della compagnia "I commediari". Informazioni su www.vicino500.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA