Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Aiuti all'Ucraina, dalla cittadella di Semi di Pace partito un carico con 80 quintali di materiale

Aiuti all'Ucraina, dalla cittadella di Semi di Pace partito un carico con 80 quintali di materiale
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Marzo 2022, 10:27 - Ultimo aggiornamento: 13:30

Emergenza Ucraina, è partito ieri il camion da Tarquinia il camion con circa 80 quintali di viveri, vestiario, prodotti igienico-sanitari, medicinali diretto alla sede di Brasov (Romania) di Semi di Pace, diventata un punto di transito per decine di migliaia di profughi in fuga.

Da Montalto un appello contro la guerra: la storia di Iryna, in cerca di aiuto per il popolo ucraino

«La nostra iniziativa Cuori e mani per l'Ucraina sta crescendo a dismisura in un flusso ininterrotto di bene ha detto il presidente dell'associazione Luca Bondi grazie al coinvolgimento di centinaia di famiglie, cittadini e realtà dei territori italiani che ci ha permesso di raccogliere questo materiale. Ringrazio moltissimo la Comunità di Nomadelfia che non solo ha aderito, ma ci ha messo a disposizione il loro Tir e il personale per portare tutto a Brasov dove i nostri volontari distribuiranno il materiale alle numerose famiglie che stanno arrivando lì dalla vicina Ucraina. E un grazie all'Ucei (Unione comunità ebraiche) e alla presidente Noemi Di Segni per l'accoglienza verso queste famiglie».

A caricare il camion tanti ragazzi dell'Istituto Cardarelli di Tarquinia, che nelle scorse settimane hanno raccolto parte del materiale; molti volontari di Semi di Pace; ucraini ospiti di famiglie di Tarquinia. Sono già 41 le persone ucraine accolte da amici di Semi di Pace. La raccolta di aiuti continua alla Cittadella di Tarquinia.

«Invitiamo, chi potesse, a donazioni di carattere economico per sostenere le ingenti spese di spedizione del materiale. Oltre alla raccolta di generi di prima necessità ricordiamo anche gli altri due modi per poter partecipare a Cuori e Mani per l'Ucraina: la raccolta fondi da destinare alle comunità francescane presenti nel paese; ai volontari dell'associazione, in Romania, per gli interventi a favore dei profughi che stanno arrivando nel paese».

Il conto corrente postale e quello bancario possono essere richiesti allo 0766-842709. Richiesta anche disponibilità, qualora servisse, per l'ospitalità di singoli o famiglie nella propria casa o in abitazioni libere. Le mail: emergenzaucraina@semidipace.org- segreteria@semidipace.org
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA