COVID

Covid, nel Viterbese vaccinato il 71% degli over 80. Calano i ricoveri

Lunedì 12 Aprile 2021 di Federica Lupino
Medici che vaccinano gli over80

Il 71% degli over80 del Viterbese sono già stati vaccinati con la seconda dose. Su un totale che sfiora i 61mila cittadini ad aver ricevuto almeno una somministrazione, circa 17.500 sono gli immunizzati. E tra questi la maggioranza hanno più di 80 anni. Numeri che consentiranno alla Asl di rimodulare la campagna sulla base delle indicazioni del commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo senza particolari stravolgimento nei calendari.

Per dare un metro di paragone, il Lazio è tra le regioni d’Italia con i più alti tassi di avanzamento della vaccinazione tra i più anziani: 457mila fiale iniettate a persone con più di 80 anni, oltre il 57% delle quali ha concluso il ciclo vaccinale con il richiamo. Ebbene, la percentuale nella Tuscia è maggiore di 14 punti. Oggi l’azienda sanitaria definirà la rimodulazione del piano. Per le scuole, si fermeranno le vaccinazioni ai docenti e al personale che non hanno ancora ricevuto la prima dose, anche se hanno già la prenotazione.

Chi, invece, ha già ricevuto la prima dose ed è prenotato per la seconda, potrà sottoporsi al richiamo. Così anche per i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. Nel Viterbese, in ogni caso, sono una minoranza gli appartenenti alle categorie che non hanno ancora ricevuto nemmeno la prima iniezione.

La curva, intanto, si conferma stabile. Ieri nuovi 45 casi accertati dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle. I contagi si concentrano nei seguenti comuni: 9 a Viterbo, 7 a Civita Castellana, 5 a Montefiascone, 4 a Orte, 3 a Blera, 3 a Capranica e a Monterosi. Sul totale, ben 10 sono i minori nati tra il 2005 e il 2018. Molti positivi sono all’interno dello stesso nucleo famigliare, trend ormai registrato già da alcune settimane. Ieri si è registrato anche un nuovo decesso: non ce l’ha fatta un 65enne di Sutri. Nel pomeriggio di ieri, poi, il Comune ha annunciato una seconda vittima.

“Anche oggi è  una giornata triste per la nostra comunità:  abbiamo ricevuto la notizia della morte di una nostra concittadina anche lei da tempo ricoverata in terapia intensiva causa Covid. Sono informazioni che non vorremmo mai ricevere, che lasciano atterriti e sgomenti”, è l’annuncio sui social. Ieri 55 negativizzati mentre sono scesi a 76 i ricoverati nei reparti Covid. I restanti 1245 positivi stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio.

Ultimo aggiornamento: 15:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA