Tuscia, arrivano 8 milioni di euro e ad Orte un’altra Casa della Salute

Venerdì 7 Agosto 2020
L'ospedale Belcolle
Oltre 8 milioni di euro e una quarta casa della salute. È l’investimento deciso dalla Regione , nell’ambito del Piano decennale in materia di investimenti in edilizia sanitaria, approvato ieri in giunta. Il programma prevede 11 interventi a livello regionale ed è finalizzato al potenziamento della rete territoriale delle case della salute e degli ospedali di comunità, per un importo complessivo pari a 27.103.712,12 euro. Sul totale, due gli interventi per la Tuscia: 3 milioni e 723 mila euro per la realizzazione della Cittadella della Salute a Vetralla e un secondo finanziamento da 4 milioni e 458 mila euro per il completamento della Casa della Salute di Orte con realizzazione della degenza infermieristica ad alta intensità. “Un piano straordinario – commenta il presidente Nicola Zingaretti – che sviluppa e completa la strategia e le azioni per la sanità del Lazio nell’arco del periodo decennale. Una scelta strategica per migliorare i servizi alle esigenze delle persone”. Entra nel dettaglio dell’investimento nel Viterbese il consigliere regionale del Pd, Enrico Panunzi. “È prevista a Orte la quarta casa della salute. Al posto della Rsa, un progetto che nasce alla fine degli anni ‘90, verrà realizzata su mia proposta una casa della salute. Sarà posta – rivendica Panunzi - la parola fine a una vicenda travagliata. Ci sono state nel corso del tempo varie controversie che ne hanno bloccato l’apertura. Oggi viene impressa un’accelerazione positivae”. E continua: “È una proposta altamente migliorativa e avanzata – aggiunge Panunzi – perché si passa da una struttura socio sanitaria a una sanitaria, che svolgerà un ruolo fondamentale in un’area vasta confinante con l’Umbria e con una grande bacino di utenza. Ringrazio l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato, e il direttore generale dell’Asl di Viterbo, Daniela Donetti”. Quella di Orte si aggiunge a Bagnoregio, Soriano nel Cimino e Ronciglione. © RIPRODUZIONE RISERVATA