Trasferimento detenuti, positivo agente delle scorte. Fuochi d'artificio fuori dal carcere per i nuovi boss

I fuochi d'artificio fuori Mammagialla
2 Minuti di Lettura
Venerdì 19 Novembre 2021, 05:45 - Ultimo aggiornamento: 13:29

​Trasferimento detenuti da Frosinone a Viterbo, positivo un agente delle scorte. Si è conclusa nei giorni scorsi la maxi ridistribuzione di 300 detenuti tra alta e media sicurezza da Frosinone a Viterbo. «Un imponente movimento - afferma il segretario regionale Uspp Daniele Nicastrini - che ha costretto anche ad assembramenti su mezzi sovraffollati ed altrettanto ai loro arrivi negli istituti sopracitati.

Una situazione estremamente al limite dei protocolli previsti per la prevenzione al Covid, che ha poi portato ad avere notizia che un agente delle scorte sarebbe risultato positivo allarmando la stessa Viterbo, costringendo la stessa ad effettuare tamponi per oltre 60 unità, fortunatamente tutti negativi anche tra i detenuti trasferiti, grazie alla tempestività di intervento del servizio unità medicina penitenziaria».

L’arrivo dei nuovi detenuti ha portato anche a uno spettacolo pirotecnico. Ieri sera nella strada adiacente al penitenziario viterbese sono scoppiati diversi fuochi di artificio, proprio a ridosso delle mura del reparto dove sarebbero reclusi idetenuti dell'alta sicurezza, tra cui anche qualche boss della criminalità.

«Un fatto - dice ancora il segretario regionale del sindacato Uspp - che dimostra quale sia l’attenzione nei loro confronti, per la quale Viterbo necessiterebbe di un urgente incremento di personale, attualmente insufficiente a garantire le attività dedite al controllo è alla vigilanza». La penitenziaria continua a chiedere un intervento immediato, che porti altro persone tra le sezioni. «Siamo sotto di 70 agenti - conclude Nicastrini - per questa ragione continueremo lo stato di agitazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA