Cardarelli: studenti in “sciopero”, «aule sporche e niente sapone per le mani». La scuola «Affermazioni infondate, no ad allarmismi»

Giovedì 27 Febbraio 2020 di Marco Feliziani
Nella mattinata di oggi un gruppo di studenti della sede centrale dell’istituto Vincenzo Cardarelli di Tarquinia non ha varcato i cancelli. Dunque niente lezione. Il motivo? Gli studenti reclamerebbero la mancanza di carta igienica, sapone per le mani, disinfettante nei bagni e aule sporche. Una sorta di sciopero che ha causato momenti di agitazione fuori l’istituto scolastico. Subito pronta la risposta della dirigente scolastica Laura Piroli, che ha protocollato una lettera indirizzata agli studenti e ai genitori.

«Tale affermazione è del tutto infondata – si legge nella nota della dirigente – in quanto proprio utilizzando i due giorni di sospensione delle lezioni, la scuola ha provveduto a rifornire i bagni di tutti e tre i plessi di prodotti detergenti di caratteristiche idonee. Non vi è quindi – continua la nota- di diffondere notizie allarmistiche e di prolungare la sospensione delle lezioni, provocando un danno sia a coloro che si comportano in questo modo che a tutti gli altri. Si invitano pertanto gli studenti – conclude la nota – a riprendere subito l’attività e i genitori a vigilare sui comportamenti dei propri figli». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi