Azienda idrica Talete, pignorati i conti correnti: effetto del decreto ingiuntivo del Comune: saltano gli stipendi

Mercoledì 22 Maggio 2019 di Massimo Chiaravalli
Talete, pignorati i conti correnti. Il decreto ingiuntivo da 4,7 milioni inviato da palazzo dei Priori è giunto a destinazione e adesso per la società di gestione delle risorse idriche della Tuscia sono problemi seri.

La vicenda è vecchia di anni, già l'amministrazione Michelini aveva tentato il recupero del credito, trattando con i vertici della spa, senza però riuscire a chiudere l'operazione. Si era parlato di possibili rateizzazioni in 10 o 20 anni, poi invece non se ne è fatto più nulla.

La giunta lo scorso novembre ha deliberato di autorizzare il sindaco Giovanni Arena a conferire procura sa un legale per mettere in esecuzione il decreto ingiuntivo. Adesso che il cerchio si è chiuso per Talete restano tante criticità su cui sarà necessario trovare una soluzione, a partire dal pagamento degli stipendi dei dipendenti.

Con tutti i conti correnti bloccati infatti è impossibile muoversi, tutto questo all'indomani della nomina del nuovo consiglio d'amministrazione, frutto di un accordo politico tra centrosinistra e forze del centrodestra in provincia, ma senza la Lega. Ultimo aggiornamento: 18:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Calimero e la gabbianara della Balduina

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma