Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Soriano, il campo sportivo Perugini sempre all'avanguardia

Soriano, il campo sportivo Perugini sempre all'avanguardia
di Marco Gobattoni
2 Minuti di Lettura
Sabato 20 Febbraio 2021, 11:33 - Ultimo aggiornamento: 15:09

È stato il primo nella Tuscia ed è l'ultimo ad essere stato rinnovato. Questa mattina, a Soriano nel Cimino, si inaugurerà il nuovo manto in sintetico del Celso Perugini, mitico impianto sportivo e storica casa della Sorianese. Quando a Viterbo - l'attuale sintetico del Pilastro - non era neanche nei più reconditi pensieri, a Soriano già si giocava sul sintetico. Un sintetico che ha visto le gesta della Sorianese in serie D e che sta vivendo in questo momento la rinascita del club cimino tornato in Promozione dopo anni difficili. Il rinnovamento del manto sintetico del Perugini è stato condotto dalla Venturelli, stessa ditta che ha plasmato il sintetico del Pilastro dove la Viterbese ha stabilito il proprio quartier generale per gli allenamenti settimanali. Iniziati lo scorso autunno, i lavori, sono stati condizionati dal lungo blocco causa Covid-19; un blocco che ha ritardato l'omologazione dell'impianto che la Venturelli ha consegnato entro i 70 giorni previsti. «Soriano rappresenta l'evoluzione attuale del prodotto sintetico riguardo ai campi da calcio - spiega Mauro Orazi, direttore dei lavori - è un manto di ultima generazione e siamo orgogliosi di regalarlo ad una cittadina che ha una grande tradizione calcistica. Abbiamo scontato un ritardo per l'omologazione causa pandemia, ma siamo stati nei tempi». Grande emozione anche per il Comune e per la Sorianese: la pandemia ha fermato in campionati, ma i rossoblù del presidente Moreno Porta sono pronti a ripartire con i giovani. «Il Perugini è la nostra casa e siamo orgogliosi di ritrovarla ringiovanita e ancora più bella - dice il numero uno della Sorianese - purtroppo quest'anno siamo fermi e credo che sarà difficile ripartire con la prima squadra. Noi, però, vorremmo farlo con i tanti bambini e ragazzi della nostra scuola calcio: loro sono quelli che stanno soffrendo di più questa situazione e dobbiamo fare di tutto per regalargli momenti di spensieratezza».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA