Santa Rosa, ecco quanto è costata l'esposizione di Gloria: la spesa voce per voce

Santa Rosa, ecco quanto è costata l'esposizione di Gloria: la spesa voce per voce
di Massimo Chiaravalli
2 Minuti di Lettura
Domenica 12 Settembre 2021, 06:15 - Ultimo aggiornamento: 17:45

Domani sarà l’ultimo giorno utile per ammirare Gloria in piazza del Plebiscito. Lunedì poi la Macchina di Santa Rosa prenderà di nuovo la strada della Tuscanese, per riposare nel capannone del costruttore Vincenzo Fiorillo, magari in attesa di quel Trasporto straordinario auspicato per la fine della prossima primavera, pandemia permettendo. Quanto sono costate queste due settimane di esposizione? Circa 60 mila euro, molto più dei 20 mila inizialmente indicati dal sindaco Giovanni Arena.

Dentro l’operazione c’è un po’ di tutto, ma alla fine il cuore dell’iniziativa – il montaggio e lo smontaggio dell’opera ideata da Raffaele Ascenzi – ammonta a meno della metà del totale. Il 25 agosto infatti Fiorillo ha inviato un preventivo da 20.458 euro più iva, 24.958,76 complessivi, secondo il Comune «in linea, a parte alcune lavorazioni diverse, con i preventivi previsti in passato per l’esposizione nel 2017 di Fiore del Cielo in piazza del Teatro e nel 2020 di Gloria sul sagrato di Santa Rosa, poi non più realizzata a causa della pandemia». Per la parte del costruttore dunque tutto come da copione.

Come si arriva allora a 60 mila euro? Agli ulteriori 35 mila contribuiscono voci diverse. La più corposa riguarda la security: 17.461,86. In questi giorni cinque operatori della Aerre investigazioni e sicurezza hanno controllato Gloria dalle 9 alle 24 e uno dalle 24 alle 9. Altri 5.294,8 euro sono per la Myprintservice di Roma per i totem e le sagome autoportanti intorno alla Macchina. Da contratto resteranno fino al 19, nonostante lunedì mattina Gloria verrà tolta dalla piazza.

Stessa data per la realizzazione dell’allestimento audio video per la proiezione di filmati sul Trasporto, assistenza, certificazione corretto montaggio e certificazione impianto elettrico: in questo caso la spesa a favore della Provideo è di 10 mila euro. Gli ultimi mille sono per la compagnia Assicuratrice Milanese, come copertura di responsabilità civile, addirittura fino al 30 settembre, che tenga il Comune «indenne da eventuali danni causati a terzi sia durante le fasi di montaggio e smontaggio della struttura, sia durante l'esposizione statica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA