Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Ronciglione, scoperto il primo Arciprete della città

Ronciglione, scoperto il primo Arciprete della città
2 Minuti di Lettura
Venerdì 19 Agosto 2022, 18:47

Individuato il nome del più antico Arciprete documentato di Ronciglione. Si tratta di un certo “Domenico” menzionato in un atto del 23 maggio 1358.

L’atto è conservato nell’Archivio Notarile di Capranica, depositato presso l’Archivio di Stato di Viterbo, notaio Pietro di Nuccio di Ziano.

L’archivio notarile trecentesco di Capranica è costituito da ben 33 protocolli del XIV secolo per un totale di circa 3.500 atti notarili in latino ma numerosi protocolli relativi a questo secolo sono andati perduti del trecento e pertanto la ricerca è stata lunga, laboriosa e anche molto paziente, ma alla fine è tornato alla luce in documento storico.

L’atto in cui è citato l’Arciprete Domenico del castro di Ronciglione è stato recuperato dal Professor Carlo Maria D’Orazi, presidente del Centro di Studi Storici e Archeologi che ne ha curato anche la traduzione.

In pratica questo Arciprete Domenico del castro di Ronciglione e anche Vicario del Vescovo di Sutri Nicola dovrebbe, con molta probabilità, essere quel Domenico di Riccardo da Ronciglione, attestato come Vescovo di Sutri fra il 25 gennaio 1377 e il 30 aprile 1384 e che risulta essere, al momento attuale, il primo e più antico Vescovo originario di Ronciglione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA