Rissa, minacce di morte e auto distrutte: a processo due famiglie

Giovedì 7 Marzo 2019 di Maria Letizia Riganelli
1
Un'aula di Tribunale
Famiglie contro. Sono finiti a processo insieme i membri di due famiglie di Civita Castellana che a fine dicembre 2016 arrivarono alle mani.

Secondo quanto accertato dagli inquirenti le due famiglie rivali la sera del 17 dicembre 2016 innescarono una rissa. Rissa per cui sono imputati davanti al giudice Giacomo Autizi del Tribunale di Viterbo. 

I fatti contestati ai cinque però sono diversi. Oltre alla “famosa” scazzottata agli atti ci sarebbe anche un pestaggio ai danni di un parente di una delle famiglie che sarebbe stato preso a pugni. Non solo, la vittima sarebbe stata anche minacciata di morte più volte. E in un’occasione due degli imputati avrebbero anche tentato di investirlo.  

Prima della rissa l’auto di uno dei coinvolti sarebbe stata completamente danneggiata. Vetri in frantumi, fanalini spaccati, carrozzeria presa a bastonate e addirittura staccato lo sportello del guidatore. Cosa abbia scatenato la faida però si saprà solamente alla prima udienza del processo. Prevista per il 24 giugno. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma