Raccolta rifiuti, cercasi l'assessore: Arena punta su Fondazione

Domenica 21 Luglio 2019
«Prima facevano tutti gli schifati, adesso sono tutti interessati». Al netto della battuta, detta col sorriso sulle labbra, l'intenzione del sindaco Giovanni Arena è di affidare la delega ai rifiuti (l'appalto è da rinnovare) a uno dei due assessori di Fondazione: Paolo Barbieri o Alessia Mancini. Possibilmente presto. E sempre in tema, sta preparando il ricorso contro l'ordinanza del presidente della Regione, Nicola Zingaretti.

Per la maggioranza in Comune Arena deve lasciare i rifiuti. Lega e FdI vorrebbero però un rimescolamento complessivo, perché si tratta di una prima fascia. «Devo alleggerirmi per muovermi meglio sui miei obblighi primari dice il sindaco ma ci vuole qualcuno che stia sempre sul pezzo. Tempi?«Spero in settimana, dovrò fare una chiacchierata con la giunta. Ho visto che Fondazione è disponibile».

C'è però chi sostiene che vada rivisto anche l'assetto dell'intera squadra. «Intanto - replica lui - devo verificare la disponibilità: alcuni sono più liberi, altri portano avanti contemporaneamente il lavoro fuori dell'amministrazione, come Alessia Mancini. Ma Paolo Barbieri ha esperienza, quindi potrebbe averla lui e magari cambiare qualcosa dentro Fondazione». I due papabili all'ultimo rimpasto paiono fuori dai giochi: il leghista Enrico Contardo «non mi ha mai espresso richieste»; il forzista Elpidio Micci invece «si sente già gravato dai compiti che ha». Arena non accenna invece ai meloniani.

Intanto il sindaco lavora al ricorso contro l'ordinanza che obbliga a trattare anche a Viterbo più rifiuti do Roma. «Sto facendo una verifica con avvocati ambientalisti spiega - per non buttare via soldi. Non è facile opporsi: noi e l'Arpa abbiamo dato parere negativo sull'ampliamento della discarica, non abbiamo intenzione di concederlo finché non ci dicono se i valori di alcune sostanze, nelle falde nel sottosuolo sono dovuti alla discarica, o sono così da cento anni. E se finisce la discarica poi i nostri rifiuti dovremmo portarli da un'altra parte».

Palazzo dei Priori non sarà solo: «Proporrò di firmarlo anche agli altri Comuni che hanno dato consenso a questa azione». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Romani pronti al rientro ma potrebbero ripensarci

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma