L'estate magica di Pianoscarano: Bonucci, Delfino e il ripescaggio in Promozione del calcio

Bonucci
di Marco Gobattoni
2 Minuti di Lettura
Sabato 14 Agosto 2021, 10:52 - Ultimo aggiornamento: 19:36

Quest’estate per Viterbo e per Pianoscarano è proprio magica e sembra non voler finire mai. In città ancora non si è spento l’eco per la grande festa riservata al campione d’Europa Leonardo Bonucci, che il suo rione festeggia il ripescaggio della squadra del presidente Alessandro Cuboni in Promozione. Un ripescaggio che era nell’aria da tempo, ma che è stato ufficializzato nella serata di martedì quando il Comitato regionale del Lazio ha definito gli organici dei prossimi tornei di Eccellenza e Promozione.

Una soddisfazione importante per un Pianoscarano che vuole ripartire e provare addirittura a giocarsi qualcosa di più importante della Promozione.

«Eravamo pronti per il ripescaggio già lo scorso anno – racconta felice il presidente del Pianoscarano Alessandro Cuboni – poi abbiamo declinato perché preferivamo conquistarci la Promozione sul campo. Il Covid ha stravolto tutto e questa estate abbiamo deciso di riprovarci con maggiore convinzione: ora festeggiamo».

Si festeggia un’estate storica: Bonucci campione europeo, Ludovica Delfino vice-campionessa europea di pattinaggio a rotelle e il ritorno del glorioso Pianoscarano nel calcio regionale che conta.

«Che estate – ride Cuboni – siamo orgogliosi di due nostri figli come Leonardo e Ludovia: la festa per Leo è stata stupenda e per Ludovica nutro un’ammirazione infinita. Non potevamo mancare noi con il nostro calcio genuino».

Ora però è già tempo di pensare al futuro: il 17 test atletici, poi dal 23 agosto via alla preparazione della prima squadra.

«La nostra stella polare saranno i giovani. L’ossatura della prima squadra rimarrà quella con l’aggiunta di tre elementi di valore, mentre vogliamo portare il maggior numero di nostri giovani a giocare in Promozione».

Poi c’è il sogno del sintetico.

«Intanto faremo in erba sintetica i campetti adiacenti all’Oliviero Bruni – rivela Cuboni – poi lavoreremo con il Comune per provare a realizzare in erba artificiale anche il campo principale».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA