Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Per i piccoli facchini è tempo delle visite mediche. In campo lo studio "Gente di cuore"

Per i piccoli facchini è tempo delle visite mediche. In campo lo studio "Gente di cuore"
di Simone Lupino
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Agosto 2022, 05:45 - Ultimo aggiornamento: 19:59

Santa Rosa: dopo due anni di stop, ritorna anche il trasporto delle minimacchine. Grande l’emozione per i giovanissimi che si accingono a indossare la divisa bianca e la fascia rossa. Un sentimento che si misura ogni giorno presso lo studio medico sociale “Gente di cuore”, dove si svolgono le visite mediche per l’idoneità cardiologica: “Appena concluso, ti chiedono subito come è andata”, spiega il dottor Sandro Marenzoni, responsabile della struttura in piazzale Porsenna.

Il servizio è offerto in maniera gratuita da Abc (Associazione adulti e bambini con cardiopatie), la stessa organizzazione che garantisce a costo zero visite ed esami alle persone più povere, per le varie branche specialistiche. L’associazione è attiva su vari fronti. Prima dello scoppio del Covid lo studio eseguiva le visite mediche per i minifacchini del Pilastro. Quest’anno l’incarico si è esteso anche a quelli del centro storico e di Santa Barbara.

“Tra prove di portata e marce a ritmo di musica in questi giorni i preparativi sono intensi. Per Abc è un modo di partecipare attivamente alla festa", dice Marenzoni, ricordando che "Santa Rosa era portatrice di una grave cardiopatia congenita, che però non ha impedito a lei di servire la sua città”. Ma per l'associazione è anche un omaggio alla storia delle minimacchine, "nate - ricorda Marenzoni - per spirito spontaneo dei bambini che quasi 60 anni fa, utilizzando materiali vari, cercavano di emulare quello che sarebbe avvenuto la sera del 3 settembre. Tradizione che a sua volta si aggancia ad un’altra di alcuni secoli fa. Mi sembra sempre che se ne parli poco. Come si parla poco di questi ragazzi. Eppure faticano anche loro”.

Le visite sono iniziate da una settimana. “Finora abbiamo controllato circa quaranta bambini. Molti sono in vacanza, per cui bisognerà aspettare dopo Ferragosto”.

Nello studio "Gente di cuore" a ogni piccolo facchino viene rilasciato un certificato medico di idoneità cardiologica dopo essere stato sottoposto ad anamnesi, visita medica ed elettrocardiogramma. Visite utili anche per scoprire eventuali problematiche e approfondire. “Come li ho trovati dopo 2 anni di pandemia? Qualcuno, devo dire, un po’ più in carne. Per questo raccomando stili di vita corretti e sana alimentazione, sempre. La prevenzione inizia da piccoli, non smetterò mai di ripeterlo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA