Orte, si torna a parlare dei rifiuti tossici interrati nell'ex Fornace

Orte, si torna a parlare dei rifiuti tossici interrati nell'ex Fornace
di Ugo Baldi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 19 Ottobre 2018, 17:30
“Rispettare l’ambiente è salute! Il problema della ex fornace”. Questo il tema del convegno organizzato dall'associazione "Facciamo per cambiare", che si terrà ad Orte (Viterbo) domani 20 ottobre nei locali del Dopolavoro ferroviario in Corso Garibaldi, dalle ore 16.

Si tratta della chiusura dei lavori di ricerca riguardanti l’interramento illecito dei rifiuti tossici, avvenuto nel comune di Orte. La problematica, nata da comportamenti illeciti risalenti agli anni ’90, «non è tutt’oggi risolta tanto da dover portare sull’argomento l’attenzione dei media e l’interessamento di figure di rilievo regionale e nazionale», dicono i promotori.

L'iniziativa si svolge con il patrocinio di Asl Viterbo, dell’Agenzia regionale Protezione ambiante–Arpa Lazio. A parlarne saranno Alessandro Magno, dipendente della Polizia, questura di Roma, autorizzato per l’occasione dal questore Guido Marino, che da sempre è sensibile a questo tipo di iniziative. Con lui, Angelita Brustolin già responsabile del Registro nazionale tumori della provincia di Viterbo, che porrà un focus sulle malattie neoplastiche nel Viterbese.

Invitati all’iniziativa l’ex deputato Massimiliano Bernini (M5S) che sul tema dell’ambiente molto si era speso durante il suo mandato parlamentare, e l’amministrazione comunale di Orte. Dato l’interesse alla vicenda sono state coinvolte  tutte le realtà partitiche, politiche e associative della città di Orte.
© RIPRODUZIONE RISERVATA