Orte,scende in campo una lista trasversale, Direzione Domani

Lunedì 19 Aprile 2021
Valentina POlo

E tre. Entra sulla scena politica di Orte in vista del rinnovo del parlamentino locale dopo la sfiducia alla giunta Giuliani, il gruppo Direzione Domani.

Si presenterà agli elettori come l'alternativa alle altre liste, che per ora sono quella guidata dall'uscente Giuliani e l'altra dall'ex assessore Diego Bacchiocchi.

Direzione Domani è una lista civica e sta lavorando su due opportunità per presentare il candidato sindaco. Un nome è Massimo Dionisi (vicino ai Cinque Stelle) descritto come una persona retta e di sani valori, l'altro è quello di Valentina Polo (figlia dell'ex sindaco Moreno Polo), donna collocata a destra, forte e di esperienza politica, è nota per la chiarezza di pensiero e l'attaccamento al proprio Comune.

Del gruppo fa parte anche Simona Bellagamba, che si colloca a sinistra. Insomma si tratta di un gruppo Arcobaleno composto da persone di varie estrazioni politiche che punta deciso alla conquista di Palazzo Nuzzi.

«Che affronta dicono - la politica locale a viso aperto senza nascondersi dietro le dinamiche che troppo spesso caratterizzano le scelte politiche soprattutto nei piccoli comuni dove tutti si conoscono e gli interessi personali incrociano la cosa pubblica. Parliamo in modo giovane, fresco che è al passo con i tempi; facciamo dei social network l'elemento chiave della comunicazione».Lo scorso anno, hanno reperito e consegnato oltre 4.000 mascherine protettive durante il lockdown e si sono attivati per la pulizia delle strade, il ripristino della sicurezza sui cavalcavia, la pulizia dei cigli stradali e la segnaletica.

«Azioni precise e ben fatte hanno sottolineato e non come l'ultima amministrazione comunale che ha messo insieme i pezzi per vincere e portare solo disastri amministrativi che pagano i cittadini. Hanno solo diviso la comunità». Sul programma ci stanno lavorando da due anni proprio perché hanno in cantiere un progetto fattibile basato sul lavoro, sulla sicurezza e sulla formazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche