Orte, l'ex maggioranza difende il tempio crematorio: «Tutto regolare»

Orte, l'ex maggioranza difende il tempio crematorio: «Tutto regolare»
2 Minuti di Lettura

Inizia a salire la tensione politica ad Orte in vista delle elezioni comunali. Orizzonte Comune, gruppo che era alla guida della cittadina prima del commissariamento, ha replicato ai consiglieri di minoranza di “Idee Chiare” dopo che questi hanno chiesto di bloccare l’iter per la realizzazione del tempio crematorio.

«Per quella realizzazione i passaggi sono stati tutti regolari», è stata la risposta della ex maggioranza che faceva capo al sindaco Angelo Giuliani.

«Tutto è stato concordato con l’ufficio tecnico – ha spiegato l’ex vice sindaco Daniele Proietti -: si tratta di una proposta che, è sempre stata criticata dall’opposizione nel merito, ma anche da loro all’inizio e l’avevano rispettata. Ora c’è stato un cambio di rotta, che è solo politico, per screditare il nostro lavoro».

Per quanto riguarda la difesa dell’ambiente e le preoccupazioni sui fumi, tutto è stato respinto al mittente.  «Si tratta di un’opera che favorisce – dice ancora Proietti – il rispetto ambientale, perché c’è meno sfruttamento del suolo e sui fumi sono ampiamente rispettati i valori di legge. Ecco perché, ripeto, si tratta di attacchi finalizzati a creare solo disinformazione in vista delle elezioni. Stiamo scendendo in basso, in questi confronti politici. Orte merita ben altra considerazione ».

Sulla realizzazione al fianco del tempio crematorio di un’annessa area food, come sostenuto sempre dall’ex opposizione, Proietti è andato giù duro.

«Hanno solo creato – ha sottolineato – imbarazzo e sono andati contro una maggioranza che vuol portare rispetto al luogo. Si tratta di una stanza di accoglienza, con all’interno una macchinetta del caffè e qualche sedia per i familiari. E un modo per indurre in errore i cittadini. Basta dire che hanno scambiato il tempio con un inceneritore e questa la dice lunga su questa vicenda»”.

Domenica 9 Maggio 2021, 09:53 - Ultimo aggiornamento: 15:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA