Boati misteriosi a Orte, da oggi le indagini dell'Invg con il georadar

Boati misteriosi a Orte, da oggi le indagini dell'Invg con il georadar
di Ugo Baldi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 8 Marzo 2021, 10:14 - Ultimo aggiornamento: 9 Marzo, 11:56

Boati a Orte, inizia la fase due: in altre parole quella della ricerca. E' stato fissato per oggi un sopralluogo degli specialisti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

Ad annunciarlo è stato il sindaco Angelo Giuliani. «Ho avuto un contatto telefonico ha detto con il geologo Carlo Doglioni presidente dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e mi ha annunciato l'arrivo dei tecnici per iniziare le ricerche. Loro hanno gli strumenti e l'esperienza adatta per localizzare sul nostro territorio la provenienza dei boati che arrivano dal sottosuolo e possono risolvere quello che per noi è un mistero. Da parte nostra forniremo tutta l'assistenza necessaria insieme a documentazioni e indicazioni».

Tra gli strumenti che potrebbero essere utilizzati per risalire alle cause del mini terremoti che si sono registrati nell'ultimo mese ci sarà quasi sicuramente il georadar. È un sistema di indagine geofisica idoneo alle basse profondità del sottosuolo che si basa sulla generazione di onde elettromagnetiche a bassa frequenza (per una maggiore penetrazione) oppure ad alta frequenza (per una migliore risoluzione e qualità dell'immagine radar). Il metodo georadar è utilizzato per indagare strutture nascoste e cavità sotterranee.

Nel frattempo ci sono state verifiche per alcuni laghetti, quasi tutti di origine vulcanica. presenti nella zona di Orte, ma non sono state riscontrate anomalie nei livelli dell'acqua. L'area interessata si espande nel centro storico: da piazza della Libertà, via Sant'Agostino e fino a piazza del Popolo. Il fenomeno è stato registrato anche da alcuni residenti nella zona di Petignano e sulla strada che porta ad Amelia, dove hanno tremato i vetri.

Secondo quanto raccontano le persone, si tratta di rumori paragonabili a quelli che farebbe un blocco di pietra lanciato dall'alto.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA