CORONAVIRUS

Nuovo contagio a Viterbo, è una donna che si era rivolta al pronto soccorso di Belcolle

Sabato 8 Agosto 2020
Il laboratorio analisi di Belcolle
È un’anziana che si era rivolta al pronto soccorso di Belcolle l’ultimo caso di coronavirus, scoperto ieri nella Tuscia. Come per tutti i pazienti che accedono per un ricovero in ospedale, è stata sottoposta al tampone per il Covid-19, risultando positiva. Le condizioni della donna, che vive a Viterbo, hanno reso necessario il trasferimento nel reparto di Malattie infettive (quello dedicato al Covid è stato chiuso già diverse settimane fa, vista l’assenza di pazienti). Adesso, il Team operativo coronavirus sta ricostruendo i contatti più stretti del nuovo caso per sottoporli al test. Al momento, sono sei i cittadini contagiati e non ancora guariti presenti nel Viterbese: un uomo originario del Bangladesh ma residente a Orte, dove sono ancora in isolamento anche i due migranti positivi, ospiti del centro di accoglienza straordinaria gestito da Di Mari Group srl all’interno dell’hotel Carpe Diem; una coppia di Montalto di Castro (la moglie è ancora ricoverata nel reparto Covid dell’ospedale Gemelli di Roma); la donna del capoluogo refertata ieri.

Continuano ad aumentare anche le persone costrette alla quarantena: ieri sono arrivate a 239, l’altro ieri erano 219 e il giorno prima ancora 210. Un trend in continua ascesa che si spiega per l’obbligo dell’isolamento, valido anche per gli italiani, al rientro da una lista dei Paesi stranieri considerati a rischio e che si allunga sempre di più. Soprattutto, l’inclusione nell’elenco anche di Romania e Bulgaria, ha fatto schizzare le quarantene. Così come una sessantina di casi riguardano gli ospiti dei Cas di Orte e di Proceno (qui, però, l’obbligo di non uscire finirà il 12 agosto). Dall’inizio dell’emergenza, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 16983 tamponi, 124 nelle ultime 24 ore.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA