Sui nuovi noccioleti Nepi mette il veto: «Ci sono le sorgenti dell'acqua minerale»

Sui nuovi noccioleti Nepi mette il veto: «Ci sono le sorgenti dell'acqua minerale»
3 Minuti di Lettura
Sabato 27 Novembre 2021, 11:51 - Ultimo aggiornamento: 17:42

L'amministrazione comunale di Nepi di nuovo in prima linea per bloccare l'espansione di nuovi noccioleti nel proprio territorio.

Il Comune, con la direttiva del sindaco Franco Vita: nei giorni scorsi ha bocciato la proposta di piantumazione di 500 ettari destinati a ospitare nuove piante di noccioli. Più o meno, doveva essere occupata un area pari a mille campi di calcio. «I terreni individuati dagli agricoltori che hanno presentato la proposta ha spiegato Vita sono sotto protezione igienico-sanitaria e ambientale, per la presenza nelle vicinanze delle sorgenti minerarie. Per questo è ovvio che la risposta è stata negativa. Poi ci sono altri due motivi, che non sono da sottovalutare in quest'ottica: il primo si riferisce a un divieto regionale di perforazione di nuovi pozzi, mentre il secondo è che non possiamo consentire a singoli agricoltori di utilizzare l'acqua minerale per interessi privati». Il sindaco si riferisce agli scopi irrigui necessari alle nuove piantagioni.

L'amministrazione comunale nepesina ha così affidato a un geologo l'incarico per eseguire un censimento dei pozzi già esistenti su tutto il territorio comunale. «Quelli abusivi verranno chiusi - ha detto ancora Vita - così come quelli perforati in aree non consentite. Non ci saranno deroghe, questo deve essere chiaro per tutti».

Rispetto al regolamento sull'utilizzo dei fitofarmaci, il sindaco di Nepi non arretra dopo che anche il Tar ha rigettato i ricorsi di alcuni coltivatori. Si dice pronto a tornare alla carica per un nuovo regolamento che ne vieti l'utilizzo.«Ci stiamo già lavorando ha annunciato Vita per non farci trovare impreparati nella prossima stagione. Per questo continua il nostro impegno per salvaguardare la salute dei cittadini e la biodiversità del territorio».

Ad aumentare l'adrenalina in Comune è stato il servizio di Report su RaiTre sulla coltivazione delle nocciole nel Viterbese, in cui Vita ha spiegato davanti la sua posizione intransigente contro gli agricoltori che non vogliono sentirsi obbligati alle coltivazioni biologiche nel suo comune.

«Ho ricevuto più di una manifestazioni di sostegno - ha spiegato - che sono arrivate da tante parti d'Italia. Ora l'argomento si è ridimensionato, considerato che in questo periodo invernale non vengono effettuati particolari trattamenti, ma tornerà in primo piano. Noi siamo pronti ad affrontarlo per ribadire le nostre tesi»

© RIPRODUZIONE RISERVATA