Via al festival della danza, Carla Fracci cittadina onoraria di Nepi

Carla Franci
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 19 Agosto 2020, 09:45 - Ultimo aggiornamento: 20 Agosto, 10:48

Estate 2020 a Nepi: domani inizia la quarta edizione del Festival internazionale della danza e delle danze. Tre giorni di esibizioni con ospiti prestigiosi: dopo due anni di assenza il festival ritorna nella sua sede di origine. Un'importante novità di questa edizione è rappresentata dalla giornata di apertura di domani, che non si tiene all'interno del Castello dei Borgia, dove invece sono in programma le altre due serate, del 21 e del 22.
Un'apertura ufficiale in Comune che vedrà la presenza di Carla Fracci, che per l'occasione il sindaco Franco Vita omaggerà con la consegna della cittadinanza onoraria, insieme al direttore artistico del Festival, Maria Pia Liotta, nell'aula consiliare. Proprio giovedì la Fracci compirà gli anni. A festeggiare il suo compleanno, oltre al sindaco e esponenti dell'amministrazione comunale, la banda musicale del comune Enrico Gai, diretta dal maestro Giovanni De Lorenzo.
La serata proseguirà con il Gran ballo degli auguri a Carla Fracci. I nobili e le dame della Compagnia nazionale di danza storica, in eleganti frac e preziosi abiti con crinolina, eseguiranno Quadriglie, Contraddanze, Polonaise tratte dai manuali dei più celebri maestri del XIX secolo e dai più incantevoli film in costume - come il Gattopardo, Sissi, Orgoglio e pregiudizio - usando un codice espressivo per la messa in scena rispettoso delle norme anti-covid, reinterpretato dal maestro Nino Graziano Luca che lo ha attinto dalla storia.
Anche quest'anno, come nelle precedenti edizioni, il Festival, nelle due serate (21 e 22), sarà una grande maratona della danza e garantisce un programma vasto, innovativo e di sicura qualità artistica. Il direttore Liotta propone «uno spettacolo che, basato sulla solida struttura del balletto tradizionale, si apre verso nuovi stili e cresce verso le varie discipline della danza, dal classico al contemporaneo, dal tango ai balli caraibici e latino americani. Un progetto unico nel suo genere, quindi un incontro internazionale di danza e danzatori nelle varie tecniche e discipline, con l'obiettivo di coinvolgere tutti gli operatori del settore per uno scambio culturale».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA