Nella Tuscia tanti musei aperti nelle giornate di Pasqua e Pasquetta

Palazzo dei Papi: la Sala del Conclave più lungo della storia
di Carlo Maria Ponzi
2 Minuti di Lettura
Venerdì 15 Aprile 2022, 06:25

Tra il pranzo di Pasqua e le scampagnate enogastronomiche di Pasquetta, il capoluogo (ma anche Montefiascone e Sutri), grazie alla gestione della società Archeoares, offre l’occasione di scoprire e/o riscoprire i mirabilia conservati nei musei e nei palazzi storici. Di seguito lo stato dell’arte delle aperture e degli orari.

Viterbo (le strutture sono incluse nel “Viterbo Pass www.viterbopass.it”): Polo monumentale Piazza San Lorenzo  (visite guidate a Palazzo dei Papi, con la sala del Conclave più lungo della storia; Museo Colle del Duomo, Cattedrale di San Lorenzo), aperto sia a Pasqua sia a Pasquetta dalle ore 10 alle ore 19 (ultimo ingresso ore 18); Palazzo dei Priori e Museo dei portici  (sede distaccata del Museo Civico), aperto sia a Pasqua sia a Pasquetta dalle ore 10 alle ore 19 (ultimo ingresso ore 18); Museo Civico “Rossi Danielli” (sede piazza Crispi), aperto sia a Pasqua sia a Pasquetta dalle ore 9 alle ore 19; Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa: a Pasqua, aperto dalle ore 10,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 18, a Pasquetta, aperto dalle ore 10 alle ore 18; Museo della ceramica della Tuscia (Palazzo Brugiotti, via Cavour 67): aperto sia a Pasqua sia a Pasquetta dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30.

Trasferiamoci a Sutri. Il parco archeologico è aperto sia a Pasqua che a Pasquetta dalle ore 10 alle ore 19; mentre l’ingresso al Mitreo ovvero la chiesa di Madonna del Parto è possibile su prenotazione: si parte ogni 20 minuti dalle 10,20 alle 16,20, con una visita speciale alle ore 16,30, caratterizzata da un’illuminazione particolare; Museo di Palazzo Doebbing: aperto sia a Pasqua sia a Pasquetta dalle ore 10 alle ore 17.

A Montefiascone, la Rocca dei Papi è aperta sia a Pasqua sia a Pasquetta dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 18,30.

© RIPRODUZIONE RISERVATA