COVID

Lotta al Covid, apre a Montefiascone il reparto di Medicina riabilitativa

Mercoledì 2 Dicembre 2020
L'ospedale di Montefiascone

Un nuovo reparto dedicato ai pazienti colpiti dal coronavirus. È quello che aprirà domani nell’ospedale di Montefiascone dove la Asl ha trasformato la Medicina geriatrica in Medicina riabilitativa Covid. La nuova unità è stata ricavata dopo appositi lavori di ristrutturazione e ospiterà 24 posti letto. Qui verranno trasferiti i degenti dimessi dai reparti dedicati alla pandemia all’interno di Belcolle (Terapia intensiva, sub-intensiva, Malattie infettive e Medicina Covid) ma che hanno ancora bisogno di assistenza ospedaliera (quindi non possono essere spostati alla residenza Nazareth, l’hotel nel cuore di Pianoscarano dedicato alla presa in carico assistenziale con minore complessità).

Il nuovo reparto a bassa intensità dell’ospedale sul colle falisco consentirà ai malati di intraprendere un percorso riabilitivo con fisioterapisti, fisiatra e psicologi in modo che le dimissioni possano poi avvenire una volta riacquisita piena autonomia. La Medicina geriatrica riprenderà il suo posto non appena l’emergenza sanitaria sarà superata.

Sul fronte del bollettino, continua il calo dei nuovi contagiati e l’aumento dei guariti. Gli ultimi casi accertati dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle sono 37 dei quali oltre un terzo a Viterbo (13, per la precisione), 4 a Bassano Romano, 3 a Montefiascone, 2 a Tarquinia, Cellere, Vasanello e Gallese, 1 ad Acquapendente, Bomarzo, Capodimonte, Marta, Orte, Valentano, Vetralla, Vignanello e Vitorchiano. Come già emerso due giorni fa, anche ieri si è confermato un aumento della percentuale di ricoverati sul totale dei nuovi casi: in 6 sono affidati alle cure di medici e infermieri delle strutture Covid di Belcolle.

Ancora 2 decessi, entrambe donne: una 91enne di Montefiascone e una 78enne del capoluogo. Il totale dei morti per coronavirus nella Tuscia dall’inizio della pandemia tocca così quota 160. Sempre nelle ultime 24 ore, nuovo boom di guariti: sono 222 i pazienti risultati negativi al tampone suddivisi in 36 comuni della provincia.

Aumentano, intanto, le iniziative sparse sul territorio per contrastare la diffusione del virus. Dal 4 dicembre nella Casa della salute di Soriano nel Cimino potranno essere eseguiti i tamponi rapidi gratuiti. I test saranno effettuati dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 17 solo su appuntamento, richiesto tramite il proprio medico di medicina generale o tramite il pediatra di libera scelta e solo per casi specifici: conviventi asintomatici di un positivo al decimo giorno di isolamento; contagiati che al 21esimo giorno dal tampone molecolare non abbiano più avuto sintomi negli ultimi 7 giorni e debbano richiedere il certificato di avvenuta negativizzazione; per asintomatici se richiesto dal medico o dal pediatra.

Ultimo aggiornamento: 17:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA